Lecco, 25 novembre 2020 – Emilio Minuzzo, Simone Brigatti e Giovambattista Caravia consiglieri comunali di Lecco Merita di Più, commentano la decisione di chiudere momentaneamente con transenne, per sanificare, il porticato di Palazzo delle Paure.

La decisione presa dal comune di transennare il passaggio pedonale per “interventi di pulizia e sanificazione dell’area, per l’imminente allestimento e la prossima inaugurazione della mostra su Lorenzo Lotto” è evidentemente solo una scusa per provare a “risolvere” l’annoso problema dei senza tetto che si trovano nella nostra città.

In realtà si tratta solo di un placebo momentaneo, che porterà i senza fissa dimora cittadini a trasferirsi temporaneamente sotto un altro porticato della città, in attesa della fine degli interventi stessi.

Una cosa è certa: se una decisione simile fosse stata presa da una amministrazione di centro destra sicuramente avremmo avuto manifestazioni in centro città, sarebbe comparsa una nuova scritta davanti al teatro sociale e sarebbe stata fatta una fiaccolata di protesta sotto casa del sindaco. Invece, visto che la “soluzione” è stata presa da un’amministrazione di centro sinistra, con un assessore ai servizi sociali di estrema sinistra, tutto viene giustificato con scuse per nulla credibili e nel silenzio più totale delle associazioni cittadine.

Non era questa l’amministrazione che doveva “abbattere i muri e costruire i ponti”? Per ora l’unica cosa certa è che sono state alzate delle barriere e purtroppo non sono solo figurative.