Valmadrera, 13 novembre 2020 – E’ tradizione che alle celebrazioni della Giornata dell’Unità nazionale partecipi una rappresentanza delle scuole della città.

Quest’anno con le aule semivuote per i provvedimenti sanitari, la scuola è stata presente indirettamente. La classe seconda B della secondaria ha inviato in Municipio un semplice lavoro: un tricolore ricoperto di alcune immagini di personaggi, luoghi e simboli che per gli alunni e le loro famiglie rappresentano l’idea di Italia.

Trattando infatti il concetto di nazione e stato, all’interno della rinnovata materia di Educazione Civica, si è voluto rinnovare l’idea di Giuseppe Mazzini: la patria non sono confini o istituzioni, ma ” l’insieme delle esperienze e dei sentimenti che uniscono gli abitanti di una stessa terra”.

Gli alunni si sono sbizzarriti con Falcone, Borsellino, Pertini, ma anche Fellini, Magnani e Benigni, per passare alla Nutella e ai canti degli alpini, oltre che Ferrari e Marconi.