Lecco, 12 novembre 2020 – Con l’inizio del febbraio scorso, la Provincia di Lecco ha autorizzato provvisoriamente gli scarichi del depuratore di Lecco, concedendo un permesso che mancava dal 2000 e rischiava di portare all’attivazione di una Procedura di Infrazione Europea sull’impianto.

Tale risultato è stato possibile grazie agli interventi portati avanti da Lario Reti Holding tra il 2016 e il 2019, dal valore complessivo di 1,5 milioni di Euro e che hanno riguardato il revamping di opere impiantistiche.

Con la concessione dell’Autorizzazione Provvisoria allo scarico, Lario Reti Holding si è impegnata alla realizzazione di un’altra serie di lavori di ammodernamento, da completare tra il 2020 ed il 2021 per ottenere l’Autorizzazione Definitiva.

“Il revamping del depuratore di Lecco è certamente l’investimento che più rispecchia l’impegno di Lario Reti Holding verso l’ambiente – specifica Vincenzo Lombardo, Direttore Generale di Lario Reti Holding – L’ottenimento dell’Autorizzazione Definitiva allo scarico sarà un nuovo tassello in un’attività che ci impegna ormai da 5 anni, quella di affrontare e risolvere i tanti problemi cronici del nostro territorio”.

Con la fine delle restrizioni causate dall’emergenza sanitaria, in primavera, hanno preso il via i lavori prescritti dalla Provincia per la messa in funzione del ricircolo biologico e di miscela aerata e quelli per la grigliatura fine dei liquami grezzi e stacciatura delle acque di pioggia. La fase conclusiva di questi interventi, comunicata preventivamente alle Autorità competenti di ARPA e Provincia e durata poco meno di due settimane, si è avuta nel corso della giornata di ieri; i lavori si sono svolti ininterrottamente con turni notturni e nei fine settimana.

Durante le operazioni l’impianto ha funzionato alternando una sola linea biologica alla volta e i tecnici di Lario Reti Holding hanno monitorato costantemente le portate in ingresso, così da garantirne il trattamento anche in caso di pioggia. Altre opere seguiranno nei prossimi mesi e continueranno successivamente nel corso del 2021.