Lecco, 10 novembre 2020 La Uil di Lecco chiede all’amministrazione comunale di intervenire per garantire una maggiore sicurezza agli agenti del comando comunale di Polizia Locale. Questi i punti evidenziati da Vincenzo Falanga e Italo Bonacina per la Uil Fpl del Lario:

Pervengono notizie di incremento delle situazioni che vedono coinvolti gli operatori che indirettamente o direttamente sono da ricondursi a dinamiche da Covid -19. Pertanto, in questa logica, siamo convinti che occorra mettere in atto tutte le azioni possibili per evitare la circolazione del Virus all’interno del Comando di Polizia Locale e degli uffici del Comune di Lecco.

In questo momento è importante procedere ad una massiccia sanificazione dei locali del Comando come, ad esempio gli spogliatoi e delle autovetture di servizio, prevedendo che in riferimento a quest’ultime siano assegnate a specifico personale. In aggiunta, si ritiene necessario che in questa fase di recrudescenza del Virus sia fondamentale dotare, dove possibile, tutto il personale di FFP2 (dove già non sono in uso) e mantenere i nuclei di lavoro chiusi evitando il più possibile gli interscambi tra i dipendenti.

È di fondamentale importanza porre in atto tutti i correttivi volti ad evitare l’ulteriore propagazione da Covid –19, senza tralasciare un ricorso più ampio all’istituto dello smart working ad oggi non utilizzato in pieno. Auspichiamo che le nostre proposte vengano vagliate con urgenza nell’interesse del servizio, dell’utenza e dei
lavoratori del Corpo di Polizia locale e del Comune di Lecco.