Lecco, 4 novembre 2020 – Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo dpcm con ulteriori restrizioni per limitare il Covid. Vengono definiti tre differenti scenari a seconda dei rischi:

Le norme valide in tutta Italia
coprifuoco alle 22 (se non per motivi di lavoro, salute o reale urgenza) e ritorno dell’autocertificazione
– chiusura dei musei e delle mostre;
– didattica a distanza al 100% per le scuole superiori, salvo attività laboratori in presenza
– nelle giornate festive e prefestive chiuse le medie e grandi strutture di vendita, ad eccezione delle farmacie, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole;
– riempimento massimo del 50 per cento sui mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale;
– chiusura di bar e ristoranti alle 18

NELLE REGIONI DELLA ZONA ROSSA (con tutta probabilità Lecco e la Lombardia vi rientreranno)
– vietato ogni spostamenti tra comuni sempre salvo necessità e urgenza.
– chiusi i negozi al dettaglio, tranne alimentari, farmacie, edicole; chiusi i mercati di generi non alimentari;
– chiusa l’attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie: resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio e fino alle 22 da asporto.
– sospese le attività sportive, anche svolte nei centri sportivi all’aperto
– è consentito svolgere individualmente attività motoria (passeggiate) in prossimità della propria abitazione, nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di mascherina;
– è consentito lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all’aperto ed in forma individuale
– attività scolastica in presenza per scuola dell’infanzia, elementare e prima media

NELLE ZONE ARANCIO:
— sarà vietato ogni spostamento, in entrata e in uscita, dalla Regione
— sarà vietato ogni spostamento in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili nel proprio comune
— saranno sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio;

Le misure saranno valide per almeno due settimane.