5 novembre 2020 – Le restrizioni imposte per contrastare la diffusione da Covid-19 sono andate ad intaccare la “normalità” a cui eravamo abituati. Adulti e giovani, lavoratori e studenti, a prescindere dall’età anagrafica e dall’occupazione, sono stati travolti – nella vita quotidiana – dall’insorgenza del virus e delle conseguenti misure adottate.

Tra le tante storie ci sono anche quelle di chi, come Elisa, 20 anni, ha vissuto prima la maturità, poi l’inizio dell’università in pieno periodo Covid, con le conseguenze del caso.

Una maturità “a metà”, un orale di un’ora a riassumere 5 anni di percorso scolastico; un’immatricolazione all’Università di Milano senza aver (quasi mai) visto la struttura universitaria. Sono queste alcune delle conseguenze che le misure restrittive hanno portato con sé per molti studenti e studentesse italiane e, quindi, anche lecchesi.

Abbiamo intervistato Elisa, una ragazza di vent’anni, matricola universitaria e maturanda dell’età pandemica su come ha vissuto i mesi scorsi e come si prepara a vivere i prossimi, con un lockdown nell’aria e tante restrizioni in vista.