Bosisio Parini, 31 ottobre – Uno scampanellio in lontananza, passi pesanti che avanzano nel silenzio ovattato di un lungo corridoio …. sono i “caldarrostai” in visita al 3° Padiglione della SS1° dell’Istituto comprensivo di Bosisio Parini c/o La Nostra Famiglia.

“Abbiamo voluto e pensato questo momento, per far respirare ai nostri ragazzi una ventata di “normalità”, ci raccontano alcuni dei docenti che, venerdì 30 ottobre, hanno dato vita ad un momento di festa e di condivisione dove protagoniste assolute sono state le “castagne”.

“Stiamo vivendo un momento per molti versi ai limiti della realtà, presi come siamo da tutta una serie di norme e di giuste precauzioni, che rischiano però di soffocare la vita, prigioniere, come sono, di una logica e di una impostazione prettamente sanitaria ed emergenziale. Siamo consapevoli che «La salute è uno stato dinamico di completo benessere fisico, mentale, sociale e spirituale, non mera assenza di malattia.» E’ da questa consapevolezza che è nato il desiderio di non arrendersi, di osare e di mettere in campo, spesso riscoprendole, le nostre professionalità. Abbiamo voluto lanciare una sfida e un grido di speranza a fronte di una emergenza sanitaria che, quel grido e quella speranza, sembra voler in ogni modo e con qualunque mezzo soffocare.”

Canzoni, come quella allegra e coinvolgente de “La castagna dispettosa”, filastrocche, ricette di “alta cucina”, poesie sul tema dell’autunno, creazioni artistiche con le foglie secche, che hanno permesso di far rivivere ai ragazzi i segreti del bosco, ma soprattutto tanta gioia nel rivedersi, grazie al ricorso e all’utilizzo delle nuove tecnologie, tra e con i propri compagni.

“Quello che più mi e ci ha colpito”, racconta quasi commosso uno dei presenti, “sono stati gli sguardi colmi di meraviglia e di gioia dei nostri ragazzi. Quando abbiamo consegnato loro i pacchetti con le castagne, pacchetti che loro stessi avevano creato e addobbato nei giorni che hanno preceduto l’iniziativa, ho colto nei loro sguardi una forza vitale inesauribile, una forma e capacità di resilienza che mai mi sarei aspettato da loro: sono loro i veri e piccoli eroi di questi tempi!”

Studenti e docenti  del 3° e 4° Padiglione
ICS Bosisio Parini