Valmadrer,a 30 ottobre 2020 – È Mauro Gattinoni, sindaco di Lecco, il nuovo presidente dell’Assemblea di Coordinamento intercomunale dei Comuni soci di Silea. L’elezione è stata decisa a maggioranza dalla stessa Assemblea in occasione della seduta svoltasi nella serata di ieri in teleconferenza.

Gattinoni presiederà anche il Comitato Ristretto: “Ringrazio i sindaci per la fiducia accordatami. Silea ha le carte giuste per diventare il motore dello sviluppo del territorio secondo gli attuali obiettivi di sostenibilità, restituendo valore e servizi di alta qualità per i cittadini di tutti i comuni soci”.

BUDGET 2021
L’Assemblea è stata anche l’occasione per fare il punto sull’andamento di Silea e per presentare il budget 2021. In particolare, il forecast 2020 ed il budget 2021 – documenti approvati entrambi all’unanimità – evidenziano per Silea risultati in linea con l’esercizio 2019, nonostante l’anno in corso abbia risentito degli effetti negativi dovuti all’emergenza Covid. Per quanto riguarda il nuovo Piano Industriale della società, già approvato dal Consiglio di Amministrazione, questo sarà oggetto di una specifica seduta dell’Assemblea, da tenersi a breve.

PARCHI E FIUMI
L’Assemblea ha inoltre proceduto a recepire all’unanimità, le proposte di modifica dello Statuto di Silea avanzate dal Consiglio di amministrazione: si tratta di proposte che vanno nella direzione di sviluppare nuovi servizi a favore dei Comuni soci, quali la cura dei parchi, delle aree verdi e dei giardini, oltre che la manutenzione degli argini e dei corsi d’acqua.

D’altra parte introduce elementi che meglio focalizzano una serie di elementi che ben si legano alla nuova visione di “economia circolare” alla base del nuovo corso dell’azienda: dalla gestione della tariffazione puntuale, alla produzione del biometano derivante dal trattamento del rifiuto organico, alla gestione dei Centri del riuso, alla trasformazione e vendita delle materie prime seconde. Il nuovo Statuto sarà ora portato in approvazione in tutti i Consigli comunali dei Soci.

SERUSO
Un ruolo centrale tra i punti all’ordine del giorno, che si innesta anch’esso nella nuova visione aziendale sempre più orientate alla sostenibilità ambientale, è stata l’aggiudicazione della gara di Project Financing relativo a Seruso, la società controllata da Silea che gestisce l’impianto di selezione e avvio al riciclo del “sacco viola” (plastica, lattine e tetrapak) derivante dalla raccolta differenziata.

Anche in questo caso si tratta di un’iniziativa strategica per Silea e si innesta nello scenario dell’economia circolare alla base del piano
di sviluppo aziendale.

Il progetto, per il quale è previsto un investimento di circa 10,2 milioni di euro, vedrà l’integrale rifacimento dell’attuale impianto di riciclo (ripensamento del layout, realizzazione di nuove linee di selezione, introduzione di nuovi vagli rotanti, separatori balistici, selettori ottici e cabine di controllo qualità), garantendo un netto incremento sia dei livelli di produttività ed economicità sia dei quantitativi di materiale avviabili alle filiere di recupero.

L’investimento verrà finanziato sia attraverso risorse dei soci – è previsto un aumento di capitale di circa 2,5 milioni di euro ed un finanziamento soci di circa 2,1 milioni di euro – sia facendo ricorso a finanziamento bancario. A seguito dell’operazione approvata dall’Assemblea, Silea continuerà a detenere una quota di controllo significativa della società (circa il 64,5% del capitale sociale), a fronte della partecipazione del 24,2% di CEM SpA e del 11,3% di BEA Spa.

TELERISCALDAMENTO
L’Assemblea, infine, è stata aggiornata sullo stato di avanzamento del progetto di teleriscaldamento. In particolare, la Commissione Tecnica incaricata di vagliare e valutare la proposta pervenuta da Varese Risorse ha completato il proprio iter. Ora il Consiglio di amministrazione di Silea avrà il compito di prendere visione del lavoro della Commissione e avviare un tavolo di confronto con Varese Risorse propedeutico all’eventuale contrattualizzazione.