Milano, 22 ottobre 2020 – Da oggi tutti i cittadini potranno consultare da casa l’esito del proprio tampone senza aspettare la telefonata del proprio modico o la comunicazione delle Autorità sanitarie territoriali (ATS o ASST)”.

Lo annuncia l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, commentando questa nuova opportunità digitale autorizzata dalla Giunta regionale.

“Il sistema regionale – continua Gallera – ha superato la soglia record di 35.000 test al giorno. Per superare le attese sulla comunicazione dei referti generate dall’elevato traffico dei flussi informativi, abbiamo organizzato questo servizio semplice, sicuro e innovativo che consente ai cittadini di sapere direttamente se siano positivi o negativi al tampone e quindi di attivare, se necessario, il percorso di sorveglianza previsto dalle regole e dalle normative vigenti oppure di ottenere una tempestiva attestazione per il rientro in collettività”.

“Un servizio che – spiega Gallera – con autenticazione veloce e semplificata, permette di accedere al Fascicolo Sanitario Elettronico a tutti i cittadini, anche a coloro che non lo hanno ancora attivato attraverso le procedure standard”.

Per accedere al servizio bastano pochi passaggi. Il cittadino, in fase di prenotazione o di esecuzione del tampone, comunica di aderire alla modalità online di ritiro degli esiti.

Basterà poi accedere alla home page del fascicolo sanitario elettronico (https://www.fascicolosanitario.regione.lombardia.it)  e attivare il servizio specifico con autenticazione veloce. Come prima identificazione basterà inserire il Codice fiscale, le ultime 5 cifre della Carta Nazionale dei Servizi (la tessera sanitaria) e il numero di Cellulare. La procedura è assolutamente protetta e garantita.

Il cittadino riceverà quindi un sms con il codice a quattro cifre per autenticare il proprio numero di cellulare e successivamente i codici per la prima attivazione del servizio.

Gli esiti saranno disponibili sulla casella personale per 15 giorni nella sezione ‘Esiti esami Covid-19’.