Lecco, 22 ottobre 2020 – Nella giornata di ieri la Squadra Mobile della Polizia di Stato, insieme alla Polizia Ferroviaria di Lecco, ha denunciato all’Autorità Giudiziaria un uomo e una donna, rispettivamente B.C. classe 1972 e C.E. 39enne, entrambi di nazionalità italiana, autori del furto di due autovetture, rubate in centro Lecco il 19 ed il 20 ottobre.

In particolare, a seguito di un’attenta analisi degli eventi denunciati dalle vittime e a una puntuale ricostruzione cronologica dei fatti, i poliziotti riuscivano a mettere in collegamento i due furti e ad addebitarli alla medesima coppia di cui sopra, entrambi tossicodipendenti.

Le immediate diramazioni delle informazioni in possesso degli agenti permettevano in poco tempo di rintracciare una delle due autovetture rubate in località Abbadia Lariana, intercettata da personale della Polizia Ferroviaria di Lecco in transito.

I poliziotti della Polfer con i colleghi della Squadra Mobile predisponevano così un mirato servizio di perlustrazione ad ampio raggio, poiché l’autovettura aveva fatto perdere le sue tracce.

Le ricerche hanno dato esito positivo: la pattuglia della Polizia Ferroviaria rintracciava nuovamente la stessa autovettura in Mandello del Lario e, dopo un servizio di osservazione congiunto con i poliziotti della Mobile, veniva identificato uno dei due ladri, ancora in possesso delle chiavi della autovettura rubata.

Le successive attività di indagine esperite dai poliziotti permettevano di rintracciare ed identificare anche la complice presso la propria dimora sita in Abbadia Lariana.

Alla luce di quanto sopra i due venivano quindi denunciati per il reato di furto aggravato in concorso: l’uomo anche per il reato di possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.