14 ottobre 2020 – È stata pubblicata nella giornata di ieri la seconda parte del bando indetto da Lario Reti Holding e Fondazione Comunitaria Lecchese  dal titolo “Fondo per lo sviluppo del territorio provinciale Lecchese – interventi in ambito Storico-Aristico e Naturale”, per un totale di 2.500.000 distribuiti su cinque anni.

Le direttive del progetto sono due: la prima, bandita lo scorso maggio e rivolta alla manutenzione e alla promozione dei sentieri e delle piste ciclabili ha visto la partecipazione di 34 enti del terzo settore che si è concretizzata in
14 progetti di manutenzione e promozione dei sentieri pedonali e delle piste ciclabili, approvati il 17 luglio
e finanziati per 396 mila euro. L’aspetto naturalistico è qui al centro dell’attenzione.

Per quanto riguarda invece la componente “storico-artistica” del bando, essa viene attivata solo ora “a causa delle incertezze dovute all’emergenza Covid” fanno sapere i referenti. “Nasce dalla consapevolezza che il lecchese, pur possedendo poche opere d’arte capaci di attrarre grandi volumi di visitatori, è un territorio caratterizzato da una vera e propria disseminazione di occasioni e particolarità storiche ed artistiche che possono essere valorizzate con un’azione sistemica e diventare, in funzione della fruibilità e del collegamento anche con i percorsi di turismo lento, un’interessante meta per turisti di prossimità e non solo”.

Posso partecipare al bando gli Enti del Terzo Settore, le associazioni e le parrocchie operanti nel territorio provinciale. Nello specifico i soggetti che vorranno partecipare possono intraprendere due strade: “la predisposizione di strumenti innovativi per valorizzare le opere artistiche ed i musei del territorio lecchese e per un’adeguata
promozione turistica, anche in connessione con le filiere ricettive locali; interventi per un piano straordinario
per il potenziamento dell’apertura dei luoghi di interesse storico artistico”. Quest’ultima pista, sottolineano i responsabili, “presenta particolari suggestioni perché potrebbe vedere il coinvolgimento di
associazioni già impegnate su questo fronte e coinvolgere giovani lecchesi che potrebbero garantire un
presidio qualificato degli spazi come occasione di esperienza prelavorativa”.

L’accesso al bando prevede due fasi: la sottoscrizione di una manifestazione di interesse e successivamente
l’attivazione di un avviso riservato ai soli enti che si sono candidati nella fase 1. Coloro che hanno intenzione di candidarsi hanno tempo fino al 30 ottobre per compilare la manifestazione di interesse scaricando dal sito della Fondazione l’apposita scheda. Sono ammesse candidature del medesimo ente su più siti e sono possibili candidature di più soggetti in rete tra loro.
Ultimata la raccolta della manifestazione di interesse la Fondazione comunitaria lecchese pubblicherà un
bando con scadenza 30 novembre, riservato ai soggetti che si sono candidati nella fase 1.
I progetti saranno approvati entro il 31 dicembre 2021.
Già individuati i siti di interesse storico artistico da valorizzare, l’elenco è disponibile sul sito della Fondazione
comunitaria del Lecchese.
Per agevolare una migliore conoscenza del Bando, la Fondazione comunitaria del Lecchese organizza un
incontro online per il giorno giovedì 22 ottobre 2020 alle ore 17.30. Tutti gli enti interessati potranno
richiedere il link inviando una mail a: progetti@fondazionelecco.org.
Il testo del bando è disponibile sul sito https://www.fondazionelecco.org/.