Roma, 12 ottobre 2020 – I presidenti delle Fondazioni antiusura hanno eletto Luciano Gualzetti presidente della Consulta nazionale antiusura Giovanni Paolo II, nell’ambito dell’ Assemblea annuale, in corso a Roma. “Scenari e responsabilità sociali, economiche e finanziarie dopo l’emergenza sanitaria: quali rischi e opportunità per la cura del bene comune”, il tema al centro dei lavori assembleari.

Luciano Gualzetti, nato a Lecco 59 anni fa, è il presidente della Fondazione antiusura San Bernardino di Milano. Nel discorso all’assemblea dopo la sua elezione, Gualzetti ha ringraziato i presidenti delle Fondazioni per la fiducia riposta. “

Venticinque anni, un quarto di secolo di attività che si fa storia, celebra nel 2020 la Consulta nazionale antiusura Giovanni Paolo II. Siamo immersi in cambiamenti epocali che richiedono di rilanciare l’immenso patrimonio competente ed efficace, costruito da chi mi ha preceduto in questi lunghi anni, per contrastare l’usura e restituire le persone e le famiglie all’economia legale. Il mio ringraziamento va a padre Massimo Rastrelli e a mons. Alberto D’Urso per l’impegno e la dedizione con cui hanno guidato insieme a tanti volontari la Consulta antiusura e ai presidenti delle Fondazioni per la fiducia che hanno riposto in me questa mattina”.

L’assemblea della Consulta nazionale antiusura inoltre ha eletto mons. Alberto D’Urso presidente onorario. Il direttivo è composto da Luciano Gualzetti, presidente, Giustino Trincia, segretario, don Ben Ambarus consigliere, don Basilio Gavazzeni consigliere, Luigi Coppola.