5 ottobre 2020 – Les cultures torna ad animare la città di Lecco e dintorni con una settimana ricca di eventi e di occasioni per riflettere. Saranno le fake news, l’hate speech e i social media i tre poli, il triangolo intorno al quale si costruiscono gli appuntamenti in programma. Programma durante il quale si avrà modo di parlare di violenza verbale e fisica, esclusione su basi discriminatorie – di genere, appartenenza ad una minoranza etnica o sessuale e così via.

Gli appuntamenti sono già cominciati il 26 settembre scorso in piazza XX Settembre con il dibattito “Il futuro che ci aspetta. Tra nuove identità e discriminazioni”, a cui segue la proiezione il 7 ottobre di “Allah loves equality” presso il Circolo Arci Spazio Condiviso di Calolzio alle ore 21, il 13 ottobre la proiezione di “The Milky Way”, film di Luigi D’Alife e a chiudere il 16 ottobre una conferenza su Fake News, Hate speech e disinformazione al Palazzo delle Paure con Noemi Urso – caporedattrice di BUTAC – e Gabriela Jacomella – fondatrice di Factcheckers.

L’iniziativa, promossa da Les Cultures, vede la collaborazione di diverse associazioni del lecchese, anche per focalizzare l’attenzione su un fenomeno – quello dei discorsi d’odio in rete – in continuo aumento. Si ricorda che l’ordio contro i migranti registra un +15,1% rispetto al 2018, i tweet di odio rappresentano il 67% di tutti quelli che riguardano i migranti, e il 32% di tutti i tweet di odio sono contro i migranti. Quasi il 60% dei tweet ha al centro migranti, ebrei e musulmani, e tra questi, il totale dei tweet di odio è +37% rispetto al 2018. L’indagine, condotta da Vox-Osservatorio italiano sui diritti nel periodo di marzo – maggio 2019, è stata lo spunto per mettere a programma una settimana di incontri su queste tematiche, slittata poi per l’avvento del Covid.

La collaborazione con Les Cultures ha visto protagonisti Telefono Donna, Renzo e Lucio, Il Grande Colibrì e Dinamo Culturale creando il progetto “Parole come pietre: settimana di azione contro fake news, discorsi d’odio e razzismo”, i cui eventi sono riportati sopra.