Lecco, 29 settembre 2020 – La Cgil di Lecco prende posizione in merito al ballottaggio, di fatto appoggiando il candidato di centrosinistra Mauro Gattinoni.
I prossimi 4 e 5 ottobre si voterà per eleggere il sindaco del capoluogo della provincia di Lecco. In questi mesi la Cgil è stata molto attenta all’evolversi della campagna elettorale e ai programmi proposti dai candidati e dalle varie coalizioni. I momenti di confronto tra i diversi schieramenti ci hanno permesso di conoscere le proposte in campo.
Mauro Gattinoni, candidato sindaco del centrosinistra, a “Un Cappello per Due”

A noi convince l’idea di chi, nel suo programma, vuole una città che si rafforzi nella sfera della solidarietà, dell’inclusività e della sostenibilità, temi a noi molto cari.

Si tratta di concetti trasversali che coinvolgono e interessano tutti i cittadini. Azioni a vantaggio delle persone più in difficoltà; progetti che possono portare a una visione di sviluppo più moderna e coinvolgente.
I temi dell’economia circolare, allargando e sostenendo modelli di sviluppo cooperativo e di comunità, rispettosi dell’ambiente, non sono più rimandabili.
La sostenibilità è la condizione per uno sviluppo in grado di assicurare, per il presente e per il futuro, la giusta risposta per un miglioramento comune e generale.
I giovani e gli anziani possono trovare risposte ai loro bisogni, solo se la politica è in grado di agire improntata a una forte inclinazione solidaristica.
L’inclusività finalizzata a ridurre le differenze e le opportunità nell’ambito dell’inserimento sociale, scolastico e lavorativo, fanno parte delle fondamenta statutarie e valoriali della Cgil.
Ritroviamo la condivisione di questi concetti soprattutto nel programma del candidato sindaco Mauro Gattinoni. Fermo restando ovviamente il diritto al voto e la diversa sensibilità di ogni cittadino, la Cgil di Lecco ha ritenuto opportuno condividere pubblicamente questa riflessione.