Lecco, 20 settembre 2020 – A Lecco il dato dell’affluenza delle ore 19 segnala che il 41,3% degli aventi diritto si è recato alle urne. Per quanto riguarda gli altri comuni al voto per le comunali, simili dati arrivano anche da Mandello del Lario e Ballabio.

In ordine alfabetico:

  • Ballabio: 43,83%
  • Calco: 39,05%
  • Esino Lario: 33,11%
  • La Valletta Brianza: 38,13%
  • Lecco: 41,3%
  • Mandello del Lario: 41,31%
  • Sueglio: 27,17%

Esino Lario, che vede presentarsi una sola lista, rischia di non raggiungere la soglia del 50% dei voti necessari per evitare il commissariamento: infatti solo 251 votanti su 758 totali significano una percentuale del 33,11%. Per quanto riguarda il voto del referendum, a Esino l’affluenza si attesta sul 42,12%, con uno scarto di 9 punti percentuali.

Sorte simile a Sueglio, dove il 53,08% degli aventi diritto si è recato alle urne per il referendum costituzionale e solo il 27,17% per le elezioni amministrative. Dati resi ancora più strani dal fatto che i molti cittadini iscritti all’Aire (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) possono solo votare per le elezioni comunali e non per il referendum, sia che si trovino in Italia o all’estero. Evidentemente parte dei cittadini che hanno deciso di votare, ha preferito non ritirare la scheda delle amministrative.

Anche La Valletta Brianza deve raggiungere il quorum per evitare il commissariamento, in questo caso lontano 12 punti percentuali.

Il dato provinciale per l’affluenza alle urne per il referendum ammonta invece a un complessivo 33,87%.