Ballabio, 5 settembre 2020 –  Un centinaio di persone, tre sindaci (tra cui l’attuale primo cittadino di Ballabio), un consigliere provinciale e due dirigenti provinciali del centrodestra hanno preso parte alla presentazione della lista di
Nuovo Slancio per Ballabio, svoltasi nel pomeriggio di ieri al Parco Grignetta.

Il candidato sindaco Giovanni Bruno Bussola, vicesindaco e assessore al Bilancio, si è presentato come “cerniera” tra i risultati conseguiti dalla giunta guidata da Alessandra Consonni (“siamo stati la giunta del fare”) e le nuove aspirazioni illustrate nel nuovo programma della lista civica di centrodestra, che il 20 settembre correrà contro la formazione di segno opposto.
A sostegno della sua candidatura sono intervenuti il sindaco di Lierna Silvano Stefanoni, il sindaco di Casargo Antonio Pasquini, il consigliere provinciale e assessore a Ballabio Stefano Simonetti, il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia Fabio Mastroberardino e il commissario provinciale della Lega Stefano Parolari.

“Dobbiamo continuare a non pensare di essere arrivati, bensì di essere a un punto di partenza – ha detto il candidato sindaco – e sono convinto di poter far bene grazie ad una squadra di primo livello, composta da persone capaci”.

Il sindaco uscente e candidato nella lista di Nuovo Slancio per Ballabio ha realizzato un rapido excursus dell’attività dell’attuale amministrazione: “Avremmo perso tempo – ha detto Consonni – se non avessimo ottenuto risultati in due ambiti fondamentali. Parlo dell’amore per la nostra gente e dell’amore per la nostra terra. In termini amministrativi: Sociale e Ambiente. E guardando a questi anni, sono orgogliosa di quello che Ballabio ha ottenuto”.

Infine i numeri snocciolati per raccontare 5 anni di amministrazione: “Nel Sociale, rispetto al 2015, l’amministrazione ha aumentato l’investimento di circa il 50%, con una spesa che si aggira sui 470.000.  Anche sull’Ambiente, ha ricordato il sindaco, parlano le cifre con l’Osservatorio Provinciale Rifiuti che ha attestato il grande balzo di Ballabio dal 29° al 13° posto (sulla novantina dei Comuni lecchesi) nella
classifica dei Comuni “ricicloni”, cioè con le migliori percentuali di raccolta differenziata: oggi siamo al 77,3%, incremento notevolissimo se si pensa che nel 2010 la raccolta differenziata ballabiese arrivava  al 57%”.

“Positivi, poi, i risultati anche negli altri settori, in particolar modo quello della sicurezza dove, ha ricordato Consonni, “è stato possibile ripristinare il servizio di Polizia locale esterno e scolastico sospeso dalla precedente amministrazione; centrare l’obiettivo di garantire per periodi significativi l’apporto di tre operatori negato dalla precedente amministrazione che aveva ridotto l’organico dell’ufficio a 2 addetti; allacciare con altri Comuni quelle sinergie e collaborazioni operative caldeggiate dalla Prefettura con l’innesto periodico di agenti appartenenti ad altri Comuni, eseguire pattugliamenti e controlli fuori orario di servizio; dotare il paese di un sistema di nuove telecamere (una decina) di ultima generazione e “trappola”; coordinare il servizio di vigilanza notturna per il paese di cui è stato incaricato l’istituto leader nazionale del settore; porre fine all’inquietante fenomeno delle incursioni notturne nelle scuole…”.