Casatenovo, 21 agosto 2020 – Nonostante le incertezze e i problemi che ne sono conseguiti, legati all’emergenza sanitaria in corso, l’Associazione Early Music Italia diretta dal Maestro Giorgio Matteoli ha lavorato per garantire al pubblico, nel pieno rispetto delle norme vigenti, l’appuntamento autunnale con le rassegne Brianza Classica e Brianza Sacra. “Uno strumento per svelare la musica che è in te” è il titolo della XVII edizione di Brianza Classica che, per questo secondo tempo, prevede 15 concerti in cartellone fra settembre e dicembre, di cui 7 nella provincia di Monza e Brianza e 8 nella provincia di Lecco. Brianza Sacra, il festival di musical antica e sacra nei luoghi dello spirito e del silenzio della Brianza ha in programma 2 concerti e altri sono in via di definizione.

Si comincia sabato 5 settembre da Casatenovo, con il concerto B X 3: Bernstein, Bolling, Bach che vede protagonisti il grande virtuoso del flauto traverso Giuseppe Nova con i poliedrici Andrea Bacchetti e Giorgio Boffa in un concerto pirotecnico tutto dedicato a tre grandi B della Musica di tutti i tempi. Nasce così il progetto Bx3 con musiche di Bernstein, Bach e Bolling. Weekend all’insegna della musica del passato e dei viaggi nel tempo: sabato 12 settembre al Parco di Villa Concordia di Robbiate il The Palm Court Quartet conduce gli spettatori in un Viaggio sentimental-musicale nel cuore dell’Europa. David Simonacci e Daniele Viri ai violini, Lorenzo Rundo alla viola e Giorgio Matteoli al violoncello suoneranno, oltre al primo tempo del celebre quartetto “Americano” di Dvorak, alcuni dei più celebri brani del repertorio classico pianistico trascritti per quartetto d’archi, tra cui una Danza Norvegese e il travolgente “Giorno di Nozze” di Grieg, l’ “Adagio cantabile” dalla sonata “Patetica” di Beethoven, una “Mazurca” di Chopin e i notissimi “Arabesque” e “Clair de lune” di Debussy.

Domenica 13 settembre, nella bella cornice di Villa Rosa a Molteno, Viaggio musicale a ritroso nel tempo tra vecchio e nuovo mondo: un interessante percorso che tocca diversi generi e brani molto noti del repertorio classico e che parte da Piazzolla e dalla musica sudamericana per arrivare fino alla musica del ‘500. A eseguire il vasto repertorio il duo composto da Giorgio Matteoli, al flauto dolce, e Stefano Palamidessi alla chitarra.

Domenica 20 settembre il Monastero della Misericordia di Missaglia ospita il concerto L’orchestra d’archi tra Barocco e Neobarocco che comprende brani di alcuni dei più importanti compositori del Barocco. Un repertorio di un periodo artistico formidabile che comprende “Il concerto per viola di Telemann”, “Il concerto per violoncello in Do minore” di Vivaldi, “Il concerto per due violini” di Johann Sebastian Bach, brano che costituisce uno dei massimi capolavori della storia della musica di tutti i tempi. La “Holberg” suite di Edward Grieg per archi chiude il programma: un brano straordinario dove le tipiche forme del barocco vengono reinterpretate e reinventate secondo il nuovo gusto romantico del compositore. A eseguire i brani la Roma Tre Orchestra formata dal direttore di origini russe Sieva Borzak, da Elisa Eleonora Papandrea e Cristina Papino ai violini, Lorenzo Rundo alla viola e Alessandro Guaitolini al violoncello.

Sabato 26 a Cà Dei Bossi a Biassono due grandi ospiti internazionali, dalla Russia e dalla Francia, si esibiranno nel concerto Beethoven versus Brahms in occasione dei 250 anni dalla nascita di Beethoven. Una proposta di altissimo profilo, che coinvolge il grande violinista russo Vadim Tchijik col pianista Pierre-Laurent Boucharlat in un brillante e virtuosistico programma di sonate per violino e pianoforte che mette a confronto due grandi del Romanticismo tedesco: Beethoven e Brahms.

A conclusione del mese di settembre un doppio appuntamento, domenica 27 a Desio e a Nova Milanese, in occasione della manifestazione Ville Aperte in Brianza, con due concerti da camera entrambi legati al tema dell’acqua. A Villa Tittoni – Traversi (Desio), l’Ensemble Dolci Accenti composto da Daniele Cernuto, violoncello barocco e voce, Calogero Sportato, arciliuto e chitarra alla spagnola, e Cipriana Smarandescu al clavicembalo, propone Al fonte, al prato che prevede l’esecuzione delle sonate inedite per violoncello del compositore milanese Giuseppe Sammartini, uno dei migliori oboisti e compositori dei suoi tempi. Villa Brivio a Nova Milanese ospita L’Ensemble Festa Rustica – Le4Fontane composto da Giorgio Matteoli, Serena Leonardi, Johanna Lopez e Mario Sebastiani, flauti dolci; Luca Ambrosio al clavicembalo. Il concerto affianca a estratti dalla notissima suite Wassermusik di Haendel l’omonima, ma meno nota, suite di G. Ph. Telemann: l’immersione nell’affascinate mondo mitologico marino fatto di tritoni, ninfe, moti ondosi, alte, basse maree è garantita.

Due appuntamenti tutti al femminile per il mese di ottobre: il primo domenica 18 alla Casa del Pellegrino di Civate con il concerto di pianoforte a quattro mani Tango sin antes ni después del duo Duo Maclé formato da Sabrina Dente e Annamaria Garibaldi. Un concerto sui protagonisti, la storia, le parole del tango, per comunicare la ricerca dell’uomo. Sabato 24 ottobre ad Arcore Eterno femminile: donne in musica, concerto dedicato ad alcune delle donne compositrici più importanti degli ultimi due secoli: Clara Schumann, Gilda Ruta e Cecile Chaminade, in omaggio a stili compositivi diversi influenzati anche dalle appartenenze geografiche delle tre compositrici. A omaggiare queste compositrici saranno il soprano Annalisa Pellegrini accompagnata dalle note della pianista Oh Yun Woo.

Attesi tre concerti per il mese di Novembre: si parte dall’Auditorium Comunale di Ornago, domenica 8 con Dancing bass, danzare il basso. Lo spettacolo indaga la Teoria degli Affetti, ovvero la possibilità di suscitare emozioni secondo percorsi strutturati di gesti sonori; la musica barocca incontra la danza per una musica che si fa rappresentazione e racconto. In scena, i Resextensa & I Ferrabosco con Elisa Barucchieri, danza; Vanni Rota, violino barocco; Luciana Elizondo, viola da gamba; Gioacchino De Padova, viola da gamba; Paola Ventrella, tiorba; Gilberto Scordari, organo e clavicembalo.

Domenica 15 a Viganò il Duo Fortecello formato dalla polacca Anna Mikulska al violoncello e il pianista franco-spagnolo Philippe Argenty, che si esibisce nel concerto Tour du monde en violocelle et piano opus 6. Sin dai loro inizi nel 2014, entrambi i musicisti hanno voluto promuovere la musica tradizionale attraverso i loro programmi concepiti come viaggi musicali in tutto il mondo. I loro concerti sono principalmente momenti di scoperta, impreziositi dagli aneddoti relativi alle opere eseguite. Ancora ospiti internazionali domenica 29 all’Auditorium comunale Giusi Spezzaferri di Merate: dalla Turchia arriva il duo Duo Askin – Caska che propone il concerto Dalla classica alla tradizione popolare turca. Il Maestro Cihat Aşkın, il più grande violinista turco vivente, con il collega poli-strumentista Mesut Çaşka al violino e Oud si esibiscono in un programma che accosta brani classici a musiche proprie della tradizione popolare turca, elemento portante del concerto.

Ultimi due appuntamenti per il mese di dicembre: sabato 5 a Verderio il concerto dal titolo Sonare di tromba, tanto di guerra quanto musicalmente in Organo eseguito dal duo composto da Francesco Gibellini, alla tromba, e Stefano Pellini all’organo. La tromba e l’organo: lo strumento che annuncia la guerra, ma che celebra anche la gloria e la vittoria, si sposa con lo strumento principe della musica di chiesa. Ne scaturiscono sonorità sontuose, brillanti, avvolgenti ma anche inaspettatamente delicate che accompagnano il pubblico in un viaggio musicale attraverso tre secoli. Chiude la rassegna l’appuntamento di domenica 27 a Macherio presso la sala Cinepax, dove il duo composto da Sergio Patria, al violoncello e Elena Ballario al pianoforte si esibisce nel concerto Il violoncello magico.

Due per il momento i concerti di Brianza Sacra in cartellone, entrambi all’Abbazia di San Benedetto a Seregno: il primo, dal titolo Ciaccone e Passacaglie tra Napoli e l’Europa, si tiene il 19 settembre, ed è eseguito dall’ensemble “Le Musiche Da Camera” formata da Egidio Mastrominico al violino barocco e dal mezzosoprano Rosa Montano, all’organo. Sin dai suoi esordi questo Ensemble ha dedicato la propria attività alla riscoperta di brani inediti o poco conosciuti di compositori napoletani dei secoli XVII e XVIII, presentandone numerose opere in prima esecuzione moderna attraverso il recupero della prassi esecutiva d’epoca.

Il secondo appuntamento è previsto il 10 ottobre, sempre all’Abbazia di San Benedetto di Seregno, dove il duo composto dal soprano Cecilia Iannandrea e Giacomo Benedetti all’organo presentano In Alternatim: il programma del concerto, che spazia dal ‘500 al tardo ‘700, mostra esattamente l’evoluzione del ruolo dell’organo e il suo legame intrinseco con il canto dalle prime interazioni tra organo e voce, definiti “in alternatim”, fino alla totale simbiosi dei due strumenti con Johann Sebastian Bach passando per il repertorio solistico dell’organo italiano e tedesco.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito, al fine di promuovere la diffusione e la conoscenza del repertorio musicale classico. Ciò è reso possibile grazie al sostegno dei Comuni, degli Enti sostenitori e degli sponsor; è sempre possibile per il pubblico contribuire con una donazione. Early Music Italia ha vinto il bando Fondazione della comunità Monza e Brianza Onlus per la rassegna Brianza Sacra e la fondazione ha stanziato il primo contributo. È aperta la raccolta di donazioni da parte della comunità (www.brianzaclassica.it/dona-ora/).

Modalità di prenotazione:
Tutti gli appuntamenti di Brianza Classica e Brianza Sacra sono a ingresso gratuito, ma per rispetto alle norme di sicurezza la prenotazione è obbligatoria secondo la seguente modalità: prenotazione telefonica o tramite sms WhatsApp necessaria al n.° 335 546 1501 a partire da una settimana prima del concerto. La prenotazione, relativa ad un massimo di due persone, dovrà necessariamente contenere, Nome e Cognome Indirizzo di domicilio, Numero di telefono cellulare indirizzo e-mail del singolo o di entrambe le persone prenotate.

In caso di rinuncia si chiede cortesemente di dare tempestiva disdetta dei posti prenotati all’organizzazione. Si prega di presentarsi 30 minuti prima del concerto nei pressi del desk (evitando assembramenti) provvisti di propria mascherina.