Lecco 7 agosto 2020 – La campagna per la vaccinazione antinfluenzale è già iniziata. Ancora non c’è il vaccino antinfluenzale, ma l’Ats della Brianza, proprio per la possibile co-circolazione di virus influenzali e covid 19, ha previsto una campagna informativa sul vaccino antinfluenzale molto forte. E ha anche aggiornato i suoi obiettivi di copertura che nella popolazione anziana, e in altre sottopopolazioni a rischio vogliono arrivare almeno al 75 per cento di copertura. Ats Brianza ha inviato una lettera ai sindaci per far sì che i Comuni possano aiutare i medici di medicina generale (MMG) a far vaccinare gli anziani in spazi appositi e dedicati che non siano il solito ambulatorio, troppo commisto. “Viene sconsigliato in linea generale l’utilizzo da parte dei medici di medicina generale del proprio ambulatorio, con l’eccezione per le forme associative particolarmente strutturate e dotate di adeguati spazi”. Dunque si consiglia la somministrazione delle vaccinazioni al di fuori degli orari di ambulatorio; si consiglia l’organizzazione sia per forma associativa e possibilmente per Comune; la delega nei confronti di altri colleghi da parte dei medici che non intendono vaccinare i propri assistiti. Ecco perché Ats chiede ai medici e ai sindaci di individuare gli spazi adeguati al distanziamento e riparati dalle intemperie visto anche il periodo stagionale; la collaborazione della Protezione Civile o altri gruppi di volontariato presenti per regolare l’accesso dei pazienti; definire gli ulteriori dettagli per poter realizzare al meglio la campagna. E sempre Ats ha elencato i i requisiti minimi obbligatori o auspicabili che devono essere garantiti nelle rispettive soluzioni logistico-organizzative. Ovvero: possibilità di percorso separato di “entrata” ed “uscita” dei pazienti (obbligatorio); postazione per la registrazione delle vaccinazioni effettuate: pc con collegamento alla rete internet per accesso al portale Siavr (Sistema Informativo Anagrafe Vaccinale Regionale) (auspicabile); frigorifero, anche portatile, per il mantenimento della catena del freddo (obbligatorio); possibilità di accesso ad un bagno con lavandino per l’igiene delle mani (obbligatorio); contenitori per lo smaltimento dei rifiuti (obbligatorio).