Ballabio, 6 agosto 2020 – Sarà il vicesindaco Giovanni Bruno Bussola il candidato sindaco di Nuovo Slancio per Ballabio alle elezioni comunali di settembre.

Passo indietro di Alessandra Consonni, sindaco uscente: “Quella di Bussola è una ottima candidatura, per qualifiche professionali, titolo accademico, capacità personali e riconosciute qualità di generosità e premura verso tutti: un vero sindaco del Nuovo Slancio, una persona seria e ricca di doti umane, all’altezza delle necessità e dell’immagine di un Comune importante come Ballabio”.

Il sindaco di Ballabio spiega anche le ragioni che l’hanno indotta a indicare Bussola invece di riproporre la sua candidatura: “Quando siamo scesi in campo come Nuovo Slancio – spiega – non lo abbiamo fatto solo per governare al meglio possibile, ma anche e soprattutto per dare dignità a una politica che aveva deluso sin dalle piccole cose. Quindi, oltre a impegnarci su opere e bilanci, abbiamo eliminato tutta una serie di situazioni, dalle telefonate di servizio pagate dai cittadini, ai rimborsi spese, ai pranzi di rappresentanza…”

“E addio a beghe intestine per candidature o poltrone, circostanza che, con la precedente amministrazione, aveva fatto conoscere la umiliazione del commissariamento prefettizio del paese. Così in questi giorni ho fatto una riflessione: nello spirito di emancipazione dalla politica dei tempi andati, che oggi ancora torna alla carica, potevo, in coscienza, ripresentare la mia candidatura a sindaco sapendo che sarebbe stata la terza volta consecutiva? Al di là delle soddisfazioni e dei sacrifici di questi 5 anni ho, infine, deciso che la coerenza imponeva di dare un segnale positivo di distacco dalla poltrona”.

 

GIOVANNI BUSSOLA
Da qui la scelta di passare il testimone al vicesindaco. “Essere il candidato sindaco di Ballabio – commenta Giovanni Bruno Bussola – è un grandissimo onore per l’importanza del paese, un territorio splendido con le sue montagne e con i suoi oltre 4000 cittadini. Essere il candidato dopo un sindaco come Alessandra Consonni è una responsabilità ancora maggiore, perché in questi 5 anni ha svolto un egregio lavoro come primo cittadino e perché da lei ho imparato il significato di amministrare la cosa pubblica con rigore, spirito di sacrificio, buonsenso e competenza facendo di regola più del dovuto per ottenere sempre il miglior risultato possibile”.

“Alessandra – prosegue – avrebbe potuto ricandidarsi a sindaco per un altro quinquennio consecutivo ed invece mi ha chiesto di assumermi questo compito, ritenendo utile che anche il termine del suo mandato fosse l’occasione per offrire, nell’ottica dell’alternanza, un ulteriore segnale del rinnovamento propugnato da Nuovo Slancio. Un gesto esemplare. Ora mi candido a sindaco di Ballabio nella consapevolezza di poter far bene! Ne sono fermamente convinto, anche e soprattutto per il valore della mia squadra, consiglieri e assessori di prim’ordine che si riconoscono nello spirito del Nuovo Slancio. A tempo debito presenteremo lista e programma. Un nome però lo voglio fare fin da subito, quello del vicesindaco che sarà una donna: Alessandra Consonni”.

“Sarà dunque Giovanni Bruno Bussola – spiega la lista – a raccogliere il testimone del Nuovo Slancio che, grazie a una politica virtuosa e intraprendente, ha consentito di mantenere per 5 anni la promessa di non aumentare tasse e tariffe comunali, realizzando una decina di opere pubbliche e interventi di rilievo, nonchè conseguendo importanti risultati e miglioramenti in tutti i settori amministrativi. Il candidato sindaco, nato a Lecco il 17 giugno 1981, sposato con Paola Tarfani, papà di 2 bimbi di 4 e 1 anno, laureato in Economia e Commercio alla Università degli Studi di Milano – Bicocca, tributarista associato Lapet, titolare di studio di amministrazioni condominiali a Ballabio, appassionato di musica suona l’eufonio nella Filarmonica Giuseppe verdi di Lecco di cui è anche tesoriere, socio e tesoriere della onlus In Prima Linea che si occupa di malati oncologici”.