Lecco, 28 luglio 2020 – Il 20 luglio 2020, Simone Sgheiz è diventato il primo Geometra Laureato, Dottore in Costruzioni e Gestione del Territorio della Provincia di Lecco.

Simone, 21enne di Colico, si è diplomato nel 2017 all’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri “Saraceno” di Morbegno, indirizzo CAT, e da subito ha intrapreso il percorso di laurea professionalizzante che il Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati della Provincia di Lecco ha condiviso con l’Università di Lodi Polo decentrato dell’Università Statale di San Marino in collaborazione con l’Università di Modena e Reggio Emilia.

Il giovane geometra si è laureato con la votazione di 102/110: un ottimo risultato per il ragazzo che si appresta ora ad affrontare, nel mese di novembre,  l’esame di stato per abilitarsi alla libera professione.

Appassionato di storia, di montagna e dell’ambiente, Simone da sempre conosce la nostra attività essendo figlio di geometra e ha proseguito con naturalezza il percorso di studio che lo ha formato con un programma altamente professionalizzante, trasferendosi a Lodi e seguendo in presenza tutte le lezioni.

IL PERCORSO
Il primo anno, spiega, è stato il più duro: ha approfondito le materie di base (analisi, chimica, fisica e diritto) e acquisito un metodo di apprendimento che gli ha permesso dal secondo di affrontare con più tranquillità quelle professionalizzanti (come geomatica, estimo e soprattutto diritto privato, amministrativo e comunitario, strumenti necessari al professionista per intercettare i canali di finanziamento europeo).

Il tutto senza dimenticare ovviamente la parte tecnologica, fondamentale l’acquisizione di competenze digitali (dal Bim alla termografia, al rilievo satellitare) e multidisciplinare. In più il tirocinio, gli ha permesso di completare le conoscenze di una figura professionale che si può inserire da subito e a pieno titolo nel mondo del lavoro secondo i nuovi standard europei.

LA PROFESSIONE
Simone è già alle prese con la professione: sta proseguendo il  percorso formativo presso uno studio tecnico di Colico che lo ha ospitato durante il tirocinio e gli ha dato l’opportunità di approcciarsi al mondo del lavoro.

Due i sogni nel cassetto; il primo è svolgere la libera professione in un proprio studio, ma per ora – consigliato anche dal papà Roberto – continuerà a fare esperienza anche in altri ambiti della professione come il lavoro nella pubblica amministrazione, per crearsi un bagaglio che lo sosterrà negli anni a venire; il secondo sogno, per un amante del lago come lui, è quello di coniugare le sue passioni la storia e il territorio.

In fondo, i suoi sogni possono riassumersi nell’acronimo “CAT” costruzione, ambiente e territorio l’indirizzo scolastico che attualmente i ragazzi devono intraprendere per diventare geometri.