Lecco, 25 luglio 2020 – Questa mattina, vicino all’area del mercato, si è svolto Fattore X, il format creato dalla lista Fattore Lecco, il movimento civico che sostiene Mauro Gattinoni, che ha coinvolto professionisti ed esponenti della città di Lecco per presentare alla città le proposte sul futuro della Piccola.

Mauro Gattinoni, candidato sindaco del centrosinistra, alla Piccola

Nella proposta di Fattore Lecco l’area della ex Piccola velocità, da gennaio 2020 di proprietà del Comune di Lecco, è lo spazio giusto per il mercato settimanale rimesso a nuovo e per la possibilità di ospitare eventi sportivi e culturali. Chi arriverà a Lecco in treno da Milano o con altri mezzi di trasporto troverà nella Piccola un vero portale di ingresso alla città con uno scambio intermodale treno-auto-bici-bus grazie a parcheggi interrati, terminal bus e fermata ferroviaria.

“Ci sono interventi che possono essere messi in campo subito – ha spiegato Mauro Gattinoni, candidato sindaco del centro-sinistra – per dare alla città il suo quindicesimo rione, con caratteristiche uniche, centrale rispetto ai bisogni di chi si muove in città per lavoro o per accompagnare i figli a scuola o agli impegni pomeridiani, non residenziale ma attivo, vivo di cultura e creatività, di locali serali e spazi commerciali, artigianali e di studio”.

Le proposte della lista sono state presentate da Alessandra Durante, Nicola Liberali, Paola Frigerio e Marco Belladitta – candidati nella lista civica – ciascuno con un argomento diverso: famiglia, sport, lavoro e giovani.

Fattore Lecco alla Piccola

Ciascun candidato ha presentato le proprie idee, ascoltando i suggerimenti e le critiche della giuria, che ha decretato la proposta più convincente. “Abbiamo progetti molto concreti – afferma Alessandra Durante, portavoce di Fattore Lecco – ma soprattutto ci interessa corrispondere ai bisogni dei lecchesi. Pensiamo che alla Piccola le famiglie possano trovare uno spazio in grado di accogliere sia i bambini della fascia 0-3 anni che a Lecco, oltre agli asili nido, non hanno uno spazio pensato in modo specifico per loro, così come i giovani studenti per le attività dopo-scuola in collaborazione con le associazioni del territorio e anche con uno sportello per l’orientamento scolastico oggi sempre più necessario per affiancare i ragazzi ma anche le famiglie”.

La giuria era composta da Marco Calvetti, editorialista del Giornale di Lecco, Michele Spreafico, architetto, Isabella Maggi, event e marketing manager, Hayden Knight Weiler, insegnante, Stefano De Capitani, studente, Emanuele Torri, professore e allenatore, e Giorgio Cortella, imprenditore.