Lecco, 24 luglio 2020 – È boom di modelli Isee nel corso del 2020. I tanti bonus creati dal Governo Conte hanno spinto molte persone a fare il calcolo per poter richiederli. Così il Caaf Cgil Lecco ha redatto 7.580 modelli Isee nei primi sei mesi dell’anno in corso.

“Si tratta di un dato straordinario – afferma Massimo Cannella, direttore del Caaf lecchese – in quanto al giorno d’oggi la distribuzione del reddito sociale è, per fortuna, assegnata considerando il reddito Isee, che in buona sostanza determina la vera ricchezza di un nucleo familiare. Abbiamo avuto un incremento sostanziale rispetto allo scorso anno ed è un dato certamente più equo di quello che può essere la semplice dichiarazione dei redditi”.

Ci sono differenze tra le due pratiche. “Risparmi, conti correnti, interessi, titoli non vengono conteggiati nel modello 730, mentre nell’Isee sì” sottolinea Cannella. Inoltre il 730 rileva il reddito personale mentre nell’Isee bisogna indicare redditi e patrimoni di tutto il nucleo familiare. Le famiglie quindi hanno bisogno di questo documento per risparmiare su rette scolastiche, mense, avere sostegni al reddito, ottenere il reddito di cittadinanza, ma anche ottenere i vari bonus disponibili.

“Attraverso l’Isee, di fatto, aiutiamo le famiglie a risparmiare – afferma Diego Riva, segreterio generale Cgil Lecco -. Anche questo è un modo per aiutare le persone nel momento di crisi. Da sempre spingiamo perché la ricchezza sia valutata attraverso strumenti che abbiano in seno la giusta equità fiscale e sociale, essendo l’Isee più coerente rispetto alla sola dichiarazione dei redditi”.

Non è l’unico lavoro degli uffici del Caaf lecchese, diffusi in 17 sedi in tutta la provincia. Nel 2020 sono stati compilati 20.667 dichiarazioni del modello 730 e 3.134 del modello redditi. In tutto, compreso il 2019, sono 1.153 i redditi di cittadinanza.