Lecco, 17 luglio 2020 – Un milione e 680mila visualizzazioni in 18 giorni. E’ questo il valore promozionale del video flashmob #lakecomorestarts diffuso dal 22 giugno in occasione della partenza del progetto integrato di marketing territoriale post Covid19.

E’ la prima azione intrapresa dalla cabina di regia per il rilancio di turismo e cultura che riunisce le istituzioni delle due province (capoluoghi, province, il distretto turistico del centro lago) in collaborazione con le autorità di bacino del Lario e del Ceresio e coordinata da Camera di Commercio di Como e Lecco. Lo scopo istituzionale e non commerciale e la regia di un ente sovra territoriale come CCIAA hanno reso credibile e dato reputazione al progetto del flash mob consentendo di avere in meno di una settimana 30 adesioni dagli enti locali che a loro volta hanno coinvolto associazioni e enti culturali locali dediti a turismo e cultura. Attori protagonisti del racconto delle loro comunità.

Un successo ottenuto attivando un vero e proprio ecosistema digitale, un metodo che rispecchia il sistema collaborativo usato per strutturare e gestire l’intero progetto ed ereditato dall’esperienza coordinata da CCIAA del PIC, il distretto della cultura, per ora in attesa di valutazione da parte di Regione, ma attivo fin da subito per volere della stessa Camera.

L’ecosistema digitale diffonde i contenuti dai principali siti e canali social territoriali di destinazione turistica (www.in-lombardia.it – Regione Lombardia; www.montagnelagodicomo.it – Valsassina; www.lakecomo.is – Lariofiere – Province di Como e Lecco; www.visitcomo.eu – Comune di Como; www.mylakecomo.it – Distretto del turismo centro lago di Como; www.northlakecomo.net – alto lago di Como); dai siti istituzionali degli enti locali (circa una quindicina), dai siti e dai canali social dei partecipanti al flash mob (circa una ventina) e dalle testate giornalistiche soprattutto del settore turistico (circa una decina). In tutto un universo di oltre 90 canali web (tra siti e social) grazie ai quali Lariofiere e Camera hanno potuto coordinare la campagna di comunicazione.

SUI SOCIAL IL RACCONTO CONTINUA – Ora parte la fase 2, quella del “Lago aperto per vacanza”, senza più mascherina da indossare nei luoghi aperti (salvo rispetto del distanziamento sociale). Ecco allora pronto da oggi un nuovo video: #lakecomoopen che racconta cosa c’è da vedere e da fare sul territorio. In poco più di due minuti un nuovo viaggio alla scoperta delle eccellenze dell’arte, della cultura, dell’enogastronomia, dell’artigianato nel segno del relax e del benessere nel fascino di hotel e agriturismi da mille e una notte. Poi dal 20 luglio una serie di pillole video racconteranno le singole azioni di cosa fare e vedere sul territorio per una campagna che durerà fino a ottobre inoltrato.

TORNA A TROVARCI – Per aiutare la ripartenza del turismo sul Lago di Como è stata progettata la promozione “TORNA A TROVARCI, UNA NOTTE SARAI NOSTRO OSPITE”. Le strutture ricettive del territorio lariano hanno ricevuto nelle scorse settimane il modulo di adesione con il quale entrano gratuitamente a far parte del circuito “Torna a Trovarci”.

In pratica tutti coloro che fino a marzo 2021 soggiornano in una struttura ricettiva del territorio del Lago di Como aderente a questa iniziativa, ricevono un voucher che invita a ritornare nella nostra destinazione dal primo ottobre 2020 al 31 marzo 2021, usufruendo di un pernottamento gratuito. Il voucher è valido per prenotazioni dirette di almeno tre notti in una qualunque struttura del circuito e non è nominativo, ma potrà essere regalato ad altre persone in modo da coinvolgere il maggior numero possibile di potenziali turisti. Inoltre non dovrà essere “speso” esclusivamente nella struttura che lo rilascia, ma in una qualunque delle strutture ricettive aderenti che, ad oggi, sono circa una settantina: alberghi da 1 a 5 stelle lusso, residence, agriturismi, foresterie etc. Le adesioni sono in costante aumento a mano a mano che il comparto riprende l’attività. Ad oggi le adesioni hanno superato le 77 strutture ricettive.