Lecco, 15 luglio 2020 – Il Sentiero del Viandante è il primo cammino certificato dal Touring Club Italiano. La prestigiosa associazione che si occupa della promozione del turismo sul territorio italiano, ha insignito il Sentiero che copre la sponda orientale del Lario, della certificazione per l’elevata qualità dell’esperienza turistica che offre al camminatore che lo percorre. Il tracciato, uno dei più belli del nostro territorio, corre per circa 45 chilometri sulla costa orientale del lago di Como, da Abbadia Lariana fino a Delebio, passando per Bellano (Comune certificato con la Bandiera Arancione Touring) una serie di piccoli borghi, tra arte, cultura e natura, attraversati da boschi e terrazzamenti vista lago coltivati a ulivo.

Panorama Sentiero del Viandante
Il Lago di Como in una bella foto del noto ©Carlo Borlenghi

Il risultato ottenuto è parte di un nuovo programma territoriale nazionale volto alla valorizzazione e certificazione dei cammini e dei percorsi in Italia, lanciato ieri dal Touring Club Italiano alla presenza del Sottosegretario di Stato al Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo Lorenza Bonaccorsi, che mette a frutto le competenze sviluppate in 22 anni di lavoro svolto con 3.000 Comuni attraverso l’iniziativa Bandiere Arancioni.

«Il programma sancisce e rinnova l’impegno di Touring Club Italiano nel prendersi cura dell’Italia come bene comune, oggi con un’attenzione speciale a cammini, percorsi e vie, con la ferma e radicata convinzione che il turismo lento, in particolare quello a piedi, rappresenti un’enorme opportunità per il nostro Paese» ha dichiarato il presidente Tci, Franco Iseppi.

Nasce così un progetto che promuove concretamente un modo di viaggiare all’insegna della sostenibilità e dell’autenticità dell’esperienza turistica, in totale coerenza con gli attuali trend della domanda.

Tra i primi a definirsi soddisfatto del prezioso riconoscimento Antonio Rusconi, Sindaco di Bellano e Presidente dell’Accordo di Programma del Sentiero del Viandante: «È grazie a questo tipo di iniziative che il territorio riscopre la sua capacità di accogliere il turista attraverso un’offerta innovativa e di qualità. Mettere a sistema le singole realtà locali per creare un vero percorso di consumo turistico è ciò che sta alla base di questa certificazione di cui siamo orgogliosi di essere capofila».

Certificato cammino italiano sentiero del viandante
Logo della certificazione del Sentiero del Viandante

Rusconi continua: «Questa certificazione evidenzia l’importanza della promozione del Tci che come Comune di Bellano abbiamo testato proficuamente in questi 4 anni di collaborazione. All’importanza del marchio di qualità Bandiera arancione che ha portato grande visibilità a livello nazionale come testimoniano i servizi tv sul tg1, su tv2000 e le inserzioni sulla rivista TOURING, si affiancano iniziative ed azioni di grande valore come l’evento “La Penisola del tesoro”, l’installazione delle colonnine elettriche in paese, gli eventi di Milano al Castello Sforzesco e al principato di Monaco. Una promozione a 360° della quale ora potrà usufruire anche il Sentiero del Viandante (già ieri Corriere della Sera, Repubblica, Sole 24 ore, La Stampa hanno dedicato articoli ad hoc per questa notizia)».

 

 

Immagine vecchio frantoio

Conclude il sindaco di Bellano: «Per ammissione dello stesso Touring – conclude il Sindaco di Bellano – è stato proprio l’ottimo rapporto instaurato con l’Amministrazione di Bellano che ha fatto porre l’attenzione sul Sentiero del Viandante e arrivare a individuarlo, dopo un’attenta analisi, come primo cammino italiano certificato Tci. A settembre il Sentiero avrà anche uno speciale dedicato di 8 pagine sulla rivista Touring che conta 600.000 lettori. Ricordo che questo progetto è a costo zero per i Comuni coinvolti, e porterà una promozione ad un target qualificato per turisti in cerca di eccellenza nei diversi ambiti quali natura, arte, storia, sport, enogastronomia».