Lecco il 13 luglio 2020 – Basta risse, assembramenti, schiamazzi in centro. Lo scorso sabato 11 luglio a seguito delle determinazioni assunte in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutosi presso la Prefettura di Lecco, finalizzate a contrastare ogni forma di “assembramento” di persone, nel rispetto delle misure di contenimento per l’emergenza da Covid-19, la Questura di Lecco ha coordinato un servizio straordinario di controllo del territorio, che ha visto operare personale della Polizia di Stato di Lecco insieme con equipaggi dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale di Lecco.

I controlli sono stati effettuati nelle zone centrali della città, in particolare in Piazza Affari, nei pressi della “Ruota Panoramica” (attualmente montata sul lungolago), in piazza Garibaldi, in piazza XX Settembre ed in Piazza Cermenati di Lecco, tutti luoghi di ritrovo della cosiddetta “Movida” serale.

stop alla movida lecchese del sabato sera da parte della Prefettura

Nel corso dei servizi sono state identificate 23 persone, alcune delle quali giovani avventori di locali siti nei pressi del Lungo Lario Cesare Battisti. Ricordiamo che proprio in questa zona era stato chiuso recentemente un chiosco a lago. E altri servizi sono in programma nelle prossime settimane.

Come a dire: il post lock down ha dato la stura a troppi comportamenti irresponsabili, a tensioni tra giovanissimi e anche a eccessi di uso di sostanze alcoliche. D’ora in poi, non saranno più ammessi questi eccessi. Almeno in centro. Si tratta di mettere la polvere sotto il tappeto e le compagnie si sposteranno semplicemente altrove? Non è dato sapere. Ma i controlli erano stati  invocati da più parti ed erano necessari. Sperando che si possa dare ai giovani anche altri modi di sfogare la loro energia in sicurezza per sè stessi e per gli altri…