Lecco, 9 luglio 2020Si accende la campagna elettorale sul tema del lungolago di Lecco. Oggi è la volta di un botta e risposta tra Ciresa e Gattinoni, rispettivamente candidati del centrodestra e del centrosinistra, con quest’ultimo che replica alle accusa di dieci anni di immobilismo della giunta Brivio.

Osservo con piacere che la proposta di piattaforma per il Lungolago avanzata dalla coalizione che sostiene la mia candidatura ha colto nel segno per potenza di visione e lungimiranza.

Il candidato sindaco Mauro Gattinoni ai microfoni di Lecco Fm

Purtroppo Peppino Ciresa, in assenza di proposte concrete della sua parte politica, resta un passo indietro, ha gettato la maschera del moderato e se la prende con chi ha scelto la via della concretezza e ha già le idee molto chiare. Segnalo inoltre che forse ci si è dimenticati di sottolineare che il bel lungolago di Malgrate preso a modello è frutto di quattro lustri di buona amministrazione di centrosinistra.

Ma i lecchesi non hanno bisogno di troppe parole, per questo rinnovo l’invito a partecipare a una delle dieci iniziative promosse sabato prossimo da Fattore Lecco, per dare un assaggio di quello che il Lungolago più esteso d’Europa potrebbe diventare, dalla spiaggia di Pradello a quella di Rivabella.

Se Ciresa vuole venire a conoscere meglio la nostra idea, sabato 11 luglio ci troverà tutto il giorno in mezzo ai lecchesi con il sorriso e la convinzione che sia possibile dare a Lecco proposte realistiche e di qualità, con il ritmo giusto per realizzarle, attente alle esigenze dei commercianti e dei residenti delle diverse parti della città, ai giovani che chiedono spazi dedicati e soprattutto lontani dai social e dalle polemiche che non guardano al futuro della nostra città.