Paderno, 30 giugno 2020 – “Oggi tutti i soggetti interessati dalla realizzazione dei nuovi ponti sull’Adda si sono ritrovati per fare il punto della situazione in una videoconferenza convocata da Rfi. Si è trattato di un incontro interlocutorio ma utile per illustrare le diverse posizioni in campo”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, in merito alla videoconferenza che si è svolta oggi sulle ipotesi dei nuovi ponti sull’Adda che affiancherebbero l’attuale Ponte San Michele.

“Ci sono aspetti da approfondire e soprattutto c’è un accordo da raggiungere tra i vari enti locali, in particolare i Comuni: ognuno ha manifestato legittime preferenze rispetto alle ipotesi di massima presentate da Rfi. Occorre lavorare per arrivare a una sintesi. Da questo punto di vista saranno molto importanti le considerazioni preliminari formulate da Soprintendenza ed Ente Parco.

RADDOPPIO
Il tema è cruciale per i territori coinvolti, quindi è auspicabile una condivisione non solo di obiettivi ma di progetti, partendo da due punti fermi ribaditi oggi da Rfi: la permanenza delle attuali stazioni ferroviarie di Calusco e Paderno d’Adda e la necessità di realizzare due ponti distinti, uno per il traffico su gomma l’altro per quello su ferro, in modo da consentire una gestione infrastrutturale più efficiente dei due diversi flussi”.