Lecco 23 giugno – “Finalmente, dal 21 giugno, Trenord ha messo a disposizione tre nuove coppie di corse sulla linea Lecco-Colico-Sondrio. Ma solo nei giorni festivi: va benissimo per il turismo, ma tutta la fascia importantissima dei pendolari?”, se lo chiede Raffaele Straniero, consigliere regionale del Pd, che sul tema ha presentato un’interrogazione in cui, sostanzialmente, invita Giunta e assessore ai Trasporti a chiedere a “Trenord il ripristino delle corse feriali abolite nella fascia della mattina per permettere a pendolari e viaggiatori di muoversi liberamente grazie a una programmazione più frequente”.

L’EMERGENZA
Straniero spiega anche l’antefatto: “Con l’emergenza Covid-19 le misure di contenimento hanno prodotto stringenti limitazioni alla mobilità delle persone e, dunque, il presidente Fontana ha disposto la riprogrammazione e la riduzione straordinaria dei servizi di trasporto pubblico. Dal 4 maggio, Trenord ha adottato il nuovo orario delle linee ferroviarie regionali dando seguito alle misure di contenimento del virus per la cosiddetta Fase 2, le quali prevedono la diminuzione al 50% della capacità di trasporto per garantire il distanziamento fisico delle persone. Orario modificato e ampliato nei mesi a seguire, in occasione della ripartenza”.

LA SITUAZIONE
Ma sulla linea Lecco–Colico–Sondrio “il collegamento è ancora scarsamente servito, in particolare nella fascia feriale della mattina dove vengono garantite solo tre corse, distanziate di circa tre ore le une dalle altre, e ne risultano a tutt’oggi abolite 4. E le RegioExpress che vanno durante la giornata non coprono la totalità del territorio, prevedendo solo 4 fermate a fronte delle 10 previste dalle corse di servizio regionale”, spiega il consigliere Pd nell’interrogazione.

La decisione, poi, di rimettere tre nuove coppie di corse nei giorni festivi per Straniero va salutata favorevolmente ma non è sufficiente: “A questo punto, agevoliamo i cittadini delle nostre province che hanno necessità di muoversi per lavoro e allarghiamo la riprogrammazione a tutta la settimana”.