Lecco, 7 giugno 2020 – Il sindaco di Valmadrera Antonio Rusconi e l’assessore Raffaella Brioni hanno voluto rivolgere un saluto a tutto gli studenti delle scuole del paese per la fine dell’anno scolastico.

“Siamo arrivati agli ultimi giorni di un anno scolastico – dicono Rusconi e Brioni – che, come quelli passati, vi ha richiesto serietà ed impegno, ma che è stato ancora più complicato e faticoso per la situazione di emergenza sanitaria che ha costretto tutti noi a confrontarci con qualcosa di completamente nuovo, che ha cambiato in modo profondo il nostro modo di vivere, di lavorare, di stare insieme e, per voi ed i vostri insegnanti, anche il modo di “fare scuola”.

Certo, una scuola che si è svolta per più mesi dietro uno schermo, a colpi di clic vi ha privato della possibilità di confrontarvi in modo diretto con i vostri compagni, di costruire amicizie, magari anche di litigare, di fare rumore, di ridere insieme, persino di essere sgridati; vi ha costretto a rinunciare a molte delle attività che i vostri insegnanti avevano progettato per voi, ma non crediamo che questi siano stati comunque mesi persi.”

IL FUTURO DELLA SCUOLA

Il sindaco e l’assessore hanno voluto anche parlare del futuro delle scuole:

“Sarebbe stato bello e – ci abbiamo pensato – chiudere questo anno scolastico con un momento di incontro, magari all’aperto, per festeggiare con leggerezza i traguardi che avete raggiunto, per salutare gli alunni delle classi quinte della primaria e gli studenti delle classi terze di quelle che siamo abituati a chiamare “scuola media”, che concludono non solo un anno scolastico, ma anche un ciclo di studi e si avviano verso un nuovo percorso ricco di opportunità; ma ancora una volta non è stato possibile perché, e questa è una delle lezioni che sicuramente avete imparato in questi mesi, esistono delle regole da rispettare per proteggere noi stessi e gli altri, che pongono limiti e divieti a quello che vorremmo fare, a quello che ci piacerebbe fare.

Come Amministrazione siamo pronti ad affrontare il nuovo anno scolastico da settembre secondo le modalità che speriamo siano approvate al più presto, perché è urgente e necessario per tutti il ritorno della “scuola vera”, ovvero quella in aula. Per questo l’approvazione da parte del Consiglio comunale del Piano per il diritto allo studio con tutti gli interventi comunali per la scuola verrà rinviata da luglio a settembre.

Adesso avete di fronte i mesi delle vacanze estive: anche queste saranno diverse da quelle degli anni passati, ma vi invitiamo a viverle ugualmente con serenità, con leggerezza, con il desiderio di essere felici, con la capacità di essere curiosi.

Siamo certi che maestri e professori vi hanno già assegnato i compiti delle vacanze, ma ci permettiamo di aggiungerne qualcuno: “trovate il perimetro dell’allegria, la superficie della libertà, il volume della felicità…Son semplici problemi di stagione. Durante le vacanze troverete la soluzione”.