Lecco, 29 maggio 2020 – La scuola dell’infanzia Papa Giovanni XXIII° e la RSA Borsieri hanno avviato da qualche anno un progetto che mette in contatto bambini e anziani. Anche nei mesi di lockdown non sono mancate le iniziative a distanza per mantenere questo prezioso legame.

“Da alcuni anni la nostra struttura collabora con enti territoriali vicini alla scuola tra cui l’RSA Borsieri che si trova di fronte alla nostra sede – ci ha detto la coordinatrice della scuola Giovanna Bonaiti -. In concreto, durante l’anno, un gruppo di bambini dei nostri tre servizi (scuola dell’infanzia, sezione primavera e centro prima infanzia), di età compresa tra i 20 mesi e i 5 anni, insieme ai nonni, sono protagonisti di alcuni laboratori di animazione (giochi a carte, attività ludico-motorie, manipolative).
Con la chiusura della scuola…tutto si è interrotto.
Tuttavia i legami “forti” si mantengono anche a distanza: bambini e nonni hanno mantenuto vivo il loro legame attraverso invio di audio (canzoni, messaggi…), disegni, fotografie…
Noi insegnanti, le famiglie, il personale dell’RSA siamo stati molto colpiti dalla spontaneità di questi “gesti” intensi tra due generazioni tanto distanti ma profondamente unite. In un momento difficile, ancora incerto, in cui si ha tanta vogli di guardare al futuro con desiderio di ripartire, questi messaggi ci hanno riempito il cuore di gioia”.

Ecco il video affettuoso che ci hanno inviato:

ANZIANI E BAMBINI

🎥 La scuola dell'infanzia Papa Giovanni XXIII° e la RSA Borsieri hanno avviato da qualche anno un progetto che mette in contatto bambini e anziani. Anche nei mesi di lockdown non sono mancate le iniziative a distanza per mantenere questo prezioso legame. "Da alcuni anni la nostra struttura collabora con enti territoriali vicini alla scuola tra cui l’RSA Borsieri che si trova di fronte alla nostra sede – ci ha detto la coordinatrice della scuola Giovanna Bonaiti -. In concreto, durante l’anno, un gruppo di bambini dei nostri tre servizi (scuola dell’infanzia, sezione primavera e centro prima infanzia), di età compresa tra i 20 mesi e i 5 anni, insieme ai nonni, sono protagonisti di alcuni laboratori di animazione (giochi a carte, attività ludico-motorie, manipolative). Con la chiusura della scuola…tutto si è interrotto.Tuttavia i legami “forti” si mantengono anche a distanza: bambini e nonni hanno mantenuto vivo il loro legame attraverso invio di audio (canzoni, messaggi…), disegni, fotografie…Noi insegnanti, le famiglie, il personale dell’RSA siamo stati molto colpiti dalla spontaneità di questi “gesti” intensi tra due generazioni tanto distanti ma profondamente unite. In un momento difficile, ancora incerto, in cui si ha tanta vogli di guardare al futuro con desiderio di ripartire, questi messaggi ci hanno riempito il cuore di gioia".Ecco il video affettuoso che ci hanno inviato ⬇️

Pubblicato da Lecco FM su Venerdì 29 maggio 2020