Lecco, 28 maggio 2020 – Con una delibera di Giunta comunale del 27 maggio 2020, l’Amministrazione comunale di Valmadrera ha deciso di intitolare il tratto di strada che collega Viale Promessi Sposi sino al confine col territorio comunale di Malgrate al Cardinale Carlo Maria Martini, Arcivescovo di Milano che più volte è stato in visita a Valmadrera.

Il sindaco di Valmadrera, Antonio Rusconi

Antonio Rusconi, sindaco di Valmadrera, ha raccontato a Lecco Fm i motivi di questa scelta:

“Via Carlo Maria Martini diventerà presto una delle vie principali di Valmadrera, per via delle nuove costruzioni che ospiteranno circa 500 persone. Sarà la via che porterà a Malgrate, per il lungolago. Sembrava significativo intitolare una via a un’importante figura che ha sempre promosso il dialogo, per ricordare una persona di Cultura che ha visitato Valmadrera diverse volte”.

La via si è venuta a creare a seguito dell’attuazione degli interventi di riqualificazione delle aree a lago in località Parè. La scelta di intitolarla a Martini considera la sua alta levatura teologica e dottrinale e l’alto profilo morale che lo ha reso un punto di riferimento anche per i non credenti.

Il Cardinal Martini il visita a Valmadrera

“Quando parliamo del Cardinal Martini -continua Rusconi- parliamo di un teologo e di un esegeta, di uomo che ha sempre dialogato anche con i non credenti. Abbiamo bisogno di ascoltare le persone e Martini non parlava di credenti o non credenti, ma di pensanti o non pensanti”.

La proposta è stata presentata ai Capigruppo consiliari e anticipata alla Prefettura di Lecco, alla quale ora verrà inoltrata la richiesta di autorizzazione in deroga al divieto di intitolazione di vie o strade a persone decedute da meno di dieci anni. Deroga che dovrebbe essere concessa: “Riguardo a questa norma non dovrebbero esserci problemi. A Milano, ad esempio, il Prefetto ha concesso di intitolare una via di una certa importanza al Cardinal Martini. A due passi dal Duomo“.