Lecco, 26 maggio – I carabinieri del comando di Lecco rendono noto di aver rintracciato e arrestato, un 23enne macedone, già condannato per rapina, scappato dai domiciliari a inizio pandemia.

L’uomo si era reso responsabile di una rapina ai danni di un altro spacciatore, nei boschi tra Lecco e Ballabio, sopra ponte della Gallina. Questa la nota dei militari:

Nel pomeriggio di ieri 25 maggio 2020, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Lecco hanno tratto in arresto H.M., 23enne, di origine macedone, residente ad Introbio (LC), evaso dagli arresti domiciliari nello scorso mese di marzo 2020.

I carabinieri, impegnati in servizio di controllo del territorio, hanno individuato e tratto in arresto il 23enne ricercato nel rione “Santo Stefano” di Lecco.

Il predetto, peraltro colpito da ordine di carcerazione emesso il 2 aprile 2020 dalla Procura della Repubblica di Lecco, era evaso dagli arresti domiciliari dove si trovava dal gennaio 2020 dovendo scontare la pena di anni 4 di reclusione, per rapina, commessa in Lecco e Ballabio nel settembre 2019.

Al termine delle formalità di rito H.M. è stato associato alla Casa Circondariale di Lecco, a disposizione della Autorità Giudiziaria mandante.