Lecco, 25 maggio 2020 – Il giornalista de Il Giorno Daniele De Salvo ha sporto denuncia contro ignoti per alcuni messaggi ricevuti per posta, raffiguranti alcuni tagli a forma di croce all’altezza della sua firma e della foto del Prefetto di Lecco Michele Formiglio.

Abbiamo raccolto la testimonianza del collega De Salvo, al quale va la solidarietà di tutta la redazione di Lecco Fm:

“A distanza di un mese ho trovato due articoli nella mia cassetta delle lettere, due pagine del giornale per cui scrivo contenenti un articolo sull’interdettiva antimafia del Prefetto Michele Formiglio, con la mia firma e la foto del Prefetto cancellate con una croce, e un altro pezzo legato ai temi della criminalità organizzata sul nostro territorio.

Se alla prima occasione ho ritenuto, forse ingenuamente, di non dover fare denuncia, alla seconda volta mi sono rivolto ai Carabinieri, sporgendo una denuncia contro ignoti. Non so se si tratti di intimidazioni di stampo mafioso”.

Dalla Prefettura, invece, non è stata fatta alcuna dichiarazione sull’argomento

LA SOLIDARIETÀ

Stefano Cassinelli, ex collega di De Salvo ora sindaco di Dervio, ha commentato così:

“Voglio esprimere piena solidarietà al prefetto Formiglio per il grave episodio che lo ha interessato. In questi mesi abbiamo collaborato sul fronte droga e ben so quanto sia determinato il suo impegno verso la criminalità. Da parte mia, quale giornalista oltre che sindaco, sento il dovere di esprimere altrettanta solidarietà al collega giornalista anche lui oggetto di minacce”.

Solidarietà a cui si unisce anche il consigliere regionale del Pd, Raffaele Straniero:

“Esprimo tutta la mia più sentita solidarietà al prefetto  di Lecco, Michele Formiglio e al  corrispondente del Il Giorno, Daniele Di Salvo, vittime di gravi messaggi intimidatori di stampo mafioso. Io e tutto il Partito Democratico  non smetteremo mai di combattere la criminalità organizzata e saremo sempre a fianco di coloro che, come Formiglio e De Salvo, si battono in difesa della legalità”.