Lecco, 20 maggio 2020 – Nella serata di ieri, martedì 19 maggio, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato il “decreto Rilancio” che, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, entra in vigore immediatamente. Il testo è composto da 266 articoli che regolano lo stanziamento di oltre 55 miliardi a sostegno dei lavoratori, delle famiglie e delle imprese.

Il testo completo: decreto-rilancio

“Partirà in 2-3 giorni massimo – ha sottolineato il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri – il pagamento diretto a tutti i 4 milioni di lavoratori autonomi e collaboratori. Si potrà inoltre fare richiesta di 1200 euro per il bonus baby sitter o per i centri estivi. A giugno poi ci saranno i contributi a fondo perduto per le imprese e la terza tranche fino a 1.000 euro per gli autonomi”.

Nel decreto ufficiale, rispetto alle bozze, passsano da 80 milioni a 150 milioni di euro, gli aiuti destinati alle scuole paritarie. Di questi, 65 milioni sono destinati al ristoro delle mancate rette per chi fa servizi di asilo nido o per l’infanzia e 70 milioni per le scuole primarie e secondarie per le mancate rette di studenti fino a 16 anni.