Lecco, 19 maggio – La scuola primaria Pietro Scola, la scuola secondaria di primo grado Massimiliano Kolbe e il Liceo Giacomo Leopardi promuovono con le altre scuole paritarie la campagna “Liberi di Educare”, che vuole ribadire il diritto delle famiglie, sancito dalla Costituzione Italiana, di educare ed istruire i propri figli in un sistema di offerte formative ed educative plurale come attuato in tutti i paesi europei.

In questi giorni si stanno discutendo le misure a sostegno di tutte le realtà e il rischio è che ancora una volta le scuole paritarie siano totalmente ignorate. Per questo è importante portare all’attenzione di tutti la ricchezza che queste scuole costituiscono per un’autentica libertà di educazione.

CAMPAGNA SOCIAL
Il gesto suggerito da questa campagna è quello di postare sui propri canali social (Facebook, Instagram e WhatsApp) una foto con una penna accompagnata dall’hashtag #liberidieducare, per unire le voci delle scuole paritarie di tutta Italia. In poche ore sono già centinaia le foto condivise sulle principali piattaforme digitali.

Questa è solo l’ultima delle iniziative proposte, fra cui ricordiamo la petizione “Io ci sto”, con cui si chiedevano alla presidenza del Governo misure concrete a favore delle famiglie, come la detraibilità integrale delle rette pagate per la frequenza scolastica e per i servizi educativi nel corso del 2020, l’istituzione di un fondo straordinario a tutela dei dipendenti e del servizio svolto alle famiglie e l’azzeramento delle imposte (ires, irap) e dei tributi locali nel 2020, per tutte le realtà educative e scolastiche no profit.