Lecco, 19 maggio 2020 – Il Basket Costa sta sostenendo una raccolta fondi per aiutare la famiglia del Dottor Alberto Pollini, medico anestesista scomparso l’8 maggio.
Il dottor Alberto Pollini, scomparso l’8 maggio

Pollini aveva contratto il coronavirus a Ponte San Pietro, dove era andato volontariamente per aiutare l’ospedale. Cinque dei sei figli di Pollini hanno militato nelle giovanili del Costa, società sportiva lecchese la cui prima squadra milita in Serie A1, che ha quindi deciso di partecipare alla raccolta fondi per la famiglia.

La società ha descritto così Pollini: “papà di sei figli, di cui ben cinque cresciuti con noi, ma soprattutto una persona con cui abbiamo condiviso esperienze e momenti indimenticabili”.

La campagna recita così: “Prestava servizio negli Ospedali Galeazzi e Columbus di Milano e non ha esitato a offrirsi volontario all’Ospedale di Ponte San Pietro (Bergamo) in piena emergenza Covid-19. Purtroppo era già positivo al Coronvirus e dopo più di un mese di sofferta lotta, ha perso la sua battaglia. Aveva 56 anni. Ci sentiamo in dovere di aiutare la sua numerosa famiglia che, oltre ad attraversare un momento di estremo dolore, necessita ora anche di un sostegno economico. È il nostro turno di essere altruisti come lo è sempre stato lui. I fondi raccolti verranno versati direttamente sul conto corrente della moglie Alessandra”.

Questa raccolta fondi è stata creata dal Dr Ezio Corbellini amico di Alberto e direttore sanitario di una struttura medica con cui lui collaborava”
.