Lecco, 14 maggio – “Ragioniamo insieme sulla gestione della ristorazione e dell’accoglienza per garantire sicurezza sanitaria e qualità dell’esperienza di vacanza.” Questo il tema principale del Webinar riservato ai soci della rete di impresa Montagne Lago di Como che è stato organizzato grazie alla collaborazione di Confcommercio Lecco, con il supporto organizzativo di Ideas.

Un incontro molto partecipato, che ha visto la presenza di oltre 35 operatori tra ristoratori, albergatori, rifugisti e gestori di B&B e rifugi, che hanno avuto la possibilità di dialogare da remoto con Gianluigi Valsecchi, dirigente di ATS Lecco, esperto in materia di regole sanitarie nel settore ospitalità e ristorazione.

MONTAGNE DEL LAGO DI COMO
“In questo momento di incertezza e insieme di ripartenza – spiega il Presidente Stefano Gianola – il Direttivo di Montagne del Lago di Como ha sentito fortemente la necessità di organizzare un momento formativo per i soci del settore dell’accoglienza. E’ difficile per tutti orientarsi nella confusione normativa e c’è il timore di farsi trovare impreparati. Allo stesso tempo c’è la voglia – e la necessità – di riaprire in sicurezza e, per quanto possibile, in serenità”.

“Grazie alla partnership con Confcommercio Lecco, siamo riusciti ad avere il contributo del dottor Gianluigi Valsecchi, dirigente della ATS, tutto per noi” aggiunge Antonella Gobbi, consigliere della rete di imprese.

“In due ore di seminario, i nostri soci lo hanno letteralmente sommerso di domande, alle quali l’esperto ha risposto con grande disponibilità, fornendo preziose indicazioni su sanificazione, distanziamenti, utilizzo dei dispositivi di protezione, gestione dei dipendenti e dei clienti. In attesa di avere i protocolli definitivi, le aziende hanno avuto delle indicazioni utili per potersi organizzare.  Inoltre il dottor Valsecchi ci ha dato la sua disponibilità a rispondere ai nostri dubbi anche in futuro, sarà un prezioso punto di riferimento per le nostre imprese”.

UN’ESPERIENZA DI PIACERE
“Non dobbiamo dimenticare che la vacanza è per definizione un’esperienza di piacere” – Carlo Montisci, Destination Manager – spiega: “E’ importante creare fiducia nei turisti che frequenteranno il nostro lago e i nostri monti, comunicando con chiarezza quali sono gli accorgimenti adottati da ciascuna impresa per garantire la loro sicurezza.

Dobbiamo dare l’idea di un territorio accogliente e ben organizzato. Allo stesso tempo dobbiamo tenere presente che occorre trovare gli accorgimenti adatti per creare esperienze piacevoli e rilassanti, organizzando servizi di qualità. Tutti abbiamo bisogno di evadere dopo il lock down e certamente il Lago di Como e le sue montagne sono una meta che ha tutte le caratteristiche per rispondere a questa domanda”.

Silvia Strada e Marta Bellati sono il motore della rete e stanno già ricevendo richieste di informazioni e preventivi. “Insieme ai nostri imprenditori – spiega Silvia Starda – siamo pronti a ripartire perché abbiamo dedicato questo periodo di chiusura forzata del turismo per preparare proposte in linea con le nuove esigenze dei visitatori”.