Lecco, 13 maggio 2020 – Questa mattina la titolare di un bar-tabacchi di Corso Bergamo a Lecco ha richiesto l’intervento della Polizia per un soggetto particolarmente molesto che stava creando scompiglio nel locale.

Quando sono giunti sul posto i poliziotti, l’uomo era chiuso nel bagno del bar e intimava agli agenti di andarsene. Dalla porta della toilette fuoriuscivano delle fiamme che stavano nei servizi igienici. Gli agenti sono riusciti non senza fatica a portare fuori dal bagno l’uomo che, completamente nudo e avvolto dalle fuoco, ha tentato di avventarsi su di loto, afferrando il calcio della pistola di un poliziotto e tentando di estrarla con una forza tale da divellere la fondina. L’incendio è stato omato con l’estintore del locale.

Una volta bloccato, il soggetto è stato accompagnato negli Uffici della Questura. Durante il tragitto in auto l’uomo ha continuato a sferrare calci colpendo violentemente sul volto e sul ginocchio un poliziotto e infrangendo anche il vetro della portiera. L’agente ha riportato contusioni con una prognosi di 10 giorni.

Visto lo stato di alterazione del soggetto, è stato allertato il personale del 118 che ha provveduto al trasporto dell’uomo all’ospedale Manzoni di Lecco dove l’uomo è stato sedato e dove il personale del reparto di Psichiatria ha attivato la procedura di TSO.

L’uomo, identificato poi come un 37enne italiano dalle iniziali S.F., è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento seguito da incendio, atti osceni, danneggiamento e lesioni personali.