Lecco, 12 maggio 2020. Un gruppo di mamme di Lecco ha scritto una lettera di ringraziamento indirizzato al consultorio dell’Asst di via Tubi, per l’assistenza fornita in questo difficile periodo di emergenza.

Si intitola “Essere mamme al tempo del Coronavirus”, e la riproponiamo in calce:

“Tutte noi mamme, al primo o al terzo figlio, abbiamo sentito “al tempo del Coronavirus” il bisogno di non essere sole, il desiderio di trovare un luogo che valorizzasse noi, le nostre attitudini genitoriali e fosse occasione di incontro con altre mamme. A Lecco questo luogo esiste già e lo si trova in Via Tubi, è il consultorio della ASST.

Dietro le nostre domande su allattamento, pappe, sonno dei bambini, infatti c’è una sola grande domanda: sono una buona/ adeguata mamma per il mio bambino? Al Consultorio di Lecco, così come a Calolziocorte, Olginate, Oggiono, Mandello, Introbio, Bellano anche in questi tempi di “lock down” tutte queste domande trovano risposta: c’è qualcuno che si occupa di noi e dei nostri figli.

Presso il consultorio di Lecco Monica e Laura, le infermiere pediatriche, conoscono i nomi dei nostri bambini, i loro progressi di crescita, hanno consigli e sorrisi per ciascuna di noi, una parola di incoraggiamento. Al tempo del Covid -19 ci raggiungono lo stesso con telefonate dedicate, incontri di gruppo online per le mamme. Chi invece già era seguita per la gravidanza da Antonella e Anna, le ostetriche, al ritorno con il bambino in consultorio si sente a casa!

Un grazie particolare allora per tutti i servizi dei consultori territoriali, offerti vicino a casa, gratuiti, a misura di famiglie, capaci di integrare con le proprie proposte anche progetti o iniziative di associazioni di volontariato locale.
Un grazie particolare per il lavoro appassionato e discreto degli operatori dei consultori. Un lavoro che fa la differenza per ciascuna di noi, al tempo del coronavirus e non solo.

Mamma di Beatrice, Mamma di Nicolò, Mamma di Martina, Mamma di Moreno, Mamma di Arwa, Mamma di Saad, Mamma di Filippo, Mamma di Daniele, Mamma di Virginia”