Lecco, 11 maggio 2020. Sono oltre 20 mila le persone sorvegliate da Ats Brianza dall’inizio dell’epidemia covid-19, per la cura sanitaria dei soggetti in isolamento.

Sorveglianza che vede ogni giorno crescere il numero di persone da contattare al domicilio per avere informazioni aggiornate sul loro stato di salute (temperatura corporea, rilevazone altri sintomi). Di queste persone, 4200 sono attualmente in sorveglianza e vengono contattate quotidianamente grazie a 140 operatori, con un volume di circa 70 telefonate al giorno ciascuno.

120 operatori sono impegnati direttamente nelle telefonate ai soggetti in sorveglianza, gli altri sono invece impegnati in call center, indagini epidemiologiche, gestione del flusso informatico e in relazioni varie con l’utenza e gli altri punti della rete di offerta (Aziende Ospedaliere, RSA, Comunità Assistenziali). Un impegno che viene condiviso con i medici di medicina generale e i pediatri di famiglia, che svolgono allo stesso modo sorveglianza su alcuni pazienti da essi segnalati.

Sono di grande importanza le indicazioni che vengono fornite per il contenimento della diffusione dei virus, testimoniata anche dal ridotto numero di persone che stanno risultando positive al test sierologico tra i soggetti in isolamento (34%), inferiori alla media regionale.