Lecco 6 maggio 2020 – Un’intervista speciale, piena di umanità, di calore, di passione per la propria professione e di amore verso i propri pazienti. Piero Poli, olimpionico 1988 a Seoul con il 4 senza azzurro, oggi primario di ortopedia del “Manzoni”, è uno di quei medici che ci verrebbe voglia di abbracciare non solo perché ci curano bene, ma perché li sentiamo vicini e sappiamo che ci com-patiscono, ovvero, dall’etimo della parola, “soffrono insieme a noi”. L’intervista di Marcello Villani.