Lecco, 6 maggio 2020 – Il mercato cittadino è ripartito questa mattina e almeno fino al 16 maggio si terrà ogni mercoledì e sabato in Viale Dante. Lo spostamento della location al controviale adiacente le Poste Centrali, si è reso necessario sia per lavori di riqualificazione dell’area della “Piccola” e sia per riuscire a controllare con facilità le persone in entrata e uscita al mercato.

Tanti i lecchesi che, approfittando della bella giornata, hanno deciso di fare due passi e quattro chiacchiere al mercato, prestando attenzione a mantenere le distanze di sicurezza e attenendosi alle regole sanitarie.

Il perimetro che delimita l’area destinata ai banchi esclusivamente alimentari può “contenere” al massimo 30 persone. Le Forze di Polizia Locale controllano che ad ogni banco vi siano al massimo due persone e che vengano rispettate le misure di distanziamento. In entrata viene provata la temperatura e davanti a diversi banchi sono presenti gel igienizzanti. I banchi alimentari oggi erano 12, le prossime volte potrebbero essere 16 il mercoledì e 18 il sabato.

I cittadini sono contenti, sia del cambio di location sia perchè avevao voglia di questo ritorno ad una pseudo-libertà. Anche gli ambulanti manifestano la loro felicità per la ripresa del lavoro dopo due mesi difficili.

IL RINGRAZIAMENTO DEL PRESIDENTE DI ANVA LECCO

“Esprimo un sincero ringraziamento all’Amministrazione comunale di Lecco e all’Assessore Bonacina che, in queste settimane, hanno seguito con costanza e puntualità la riorganizzazione della proposta del mercato comunale” – afferma Valter Vanoli, presidente di Anva Lecco (Associazione Nazionale Commercio su Aree Pubbliche) – “agli amministratori che si sono messi in gioco nella salvaguardia delle nostre piccole imprese, pur nel rispetto della normativa che si è sviluppata durante questa crisi pandemica, va tutta la mia più autentica riconoscenza. Grazie perché non è stato facile veder vacillare, soprattutto in queste settimane, il nostro corpo sociale, colpito e penalizzato dall’oligopolio della grande distribuzione organizzata e dell‘e- commerce.

Da stamattina – prosegue il presidente – una parte degli operatori mercatali può posare i propri stands presso viale Dante, non molto distante dalla nostra area, quella della “Piccola velocità”, che in quanto in fase di riqualificazione, molto probabilmente, non potrà ospitare fino a giugno 2020 il mercato settimanale. Quella che abbiamo avviato è una sperimentazione quindicinale così articolata: posa delle sole bancarelle degli alimentaristi; ingressi contingentati al fine di salvaguardare la distanza interpersonale e punti di controllo della temperatura corporea per i clienti in ingresso.

Ci rendiamo conto che per i residenti e per i commercianti, che svolgono abitualmente sulla medesima via il loro servizio di vicinato, il mercato settimanale possa essere concepito più come ostacolo che come miglioria delle condizioni attuali, pertanto ci impegneremo, ancor più rispettosamente, nel nostro lavoro, convinti che l’animazione di piazze e vie interne possa tramutarsi in beneficio anche per i più scettici.

Certi che una forma così antica e insita nel costume culturale di tutti noi – conclude Vanoli – come la pratica mercatale, possa trasformare le critiche in occasione di potenziale opportunità, colgo l’occasione per augurare una serena e attenta “fase due” ai nostri soci e ai cittadini che verranno raggiunti da questa nuova proposta”.

Il video girato al mercato questa mattina: