Valmadrera, 3 maggio 2020. Anche a Valmadrera, come a Pescate, il sindaco Antonio Rusconi ha firmato un’ordinanza contingibile e urgente per limitare gli spostamenti per attività sportiva nel territorio del Comune.

“Gli spostamenti di persone utilizzando mezzi di trasporto privati e pubblici compresi per raggiungere il territorio del comune di Valmadrera sono vietati quando siano motivati da esigenze legate allo svolgimento di attività sportive e/o motorie (esempi non esaustivi sono: corsa, passeggiate, nuoto, bicicletta, canoa, pesca sportiva, wind surf, arrampicata, alpinismo, ferrate, speleologia, sub, barca a vela, etc.)” recita l’ordinanza, che di fatto impedisce di recarsi a Valmadrera se non per motivi di urgenza.

Un’ordinanza che non limita i cittadini: Sono esclusi dal divieto solo i residenti/domiciliati all’interno del comune di Valmadrera. Le attività sportive e/o motorie possono essere praticate partendo direttamente dalla propria residenza o domicilio posto all’interno del territorio comunale, con qualsiasi mezzo necessario all’attività stessa (esempi non esaustivi sono: la corsa, camminata, bicicletta, etc.)”.

Una multa salata è pronta per chi infrange queste disposizioni, che rimarranno in vigore almeno fino al 17 maggio: la sanzione amministrativa ammonta al pagamento di una somma da 400 a 3.000 euro, “precisando che qualora il mancato rispetto delle predette misure avvenga mediante l’utilizzo di un veicolo le sanzioni sono aumentate fino ad un terzo”.