Lecco, 2 maggio – Continua in questi tempi duri l’impegno delle parrocchie di San Nicoló, Pescarenico e Malgrate al Porto per i più deboli.

Varata una nuova iniziativa di carità che si affianca al Fondo tre mele, al Cesto di Marta (pacchi viveri per le famiglie bisognose), agli 80 volontari che ogni giorno fanno e consegnano la spesa a chi non puoi uscire di casa, al telefono amico.

La Comunità pastorale, infatti, cerca qualcuno che regali una cena al mese ai senza fissa dimora a cui Caritas Ambrosiana ha dato casa a Maggianico nel nuovo “ostello della solidarietà” in via Alla Fonte luogo che prima ospitava le suore di Maria Bambina e poi i profughi gestiti dalla fondazione Sacra Famiglia di Milano.

L’OSTELLO
Si tratta di un rifugio diurno e notturno che va a sostituire quello, solo notturno, invernale per dare modo ai senza fissa dimora di poter stare in un luogo sicuro per sè stessi e per gli altri. Il rifugio di via alla Fonte sarà il rifugio di riferimento per i senza tetto anche il prossimo inverno, in attesa che venga pronta la Casa della Carità che sempre Caritas Ambrosiana sta costruendo a Lecco, nella centralissima via San Nicolò.

REGALA UNA CENA
All’ostello non è possibile cucinare, in dotazione ci sono solo forni a micronde per riscaldare quanto preparato all’esterno. Il pranzo sarà preparato dalla Mensa Caritas di San Nicolò, mentre per la cena si chiede l’aiuto al grande cuore dei lecchesi.
Viene quindi chiesto un supporto a famiglie, gruppi, associazioni per preparae una o più volte al mese una semplice cena, anche di una sola portata, per 5 o 6 persone.
Per aderire: donatella.turba@alice.it