Calolzio, 2 maggio –Sono quasi 500 i lavoratori della Fontana di Calolzio che dall’1 al 3 maggio si stanno sottoponendo al test sierologico, in vista della riapertura prevista nella giornata di lunedì, così da poter valutare il loro stato di salute.

«Abbiamo pensato a questa soluzione – spiega l’azienda calolziese, specializzata nella realizzazione di carrozzerie per auto – come propedeutica alla ripresa lavorativa. Da sempre come azienda mettiamo al primo posto la salute e la sicurezza della nostra squadra».

Per tre giorni, dunque, dipendenti in fila per il prelievo ematico, prima di tornare in azienda.