Lecco, 1 maggio 2020 – Il sindaco di Valmadrera Antonio Rusconi chiarisce accessi e divieti all’interno del territorio comunale, in base alle disposizioni sancite dal DPCM 26.4.2020.

CONSENTITO L’ACCESSO A SAN TOMASO

Da lunedì 4 maggio sarà possibile salire a San Tomaso, solo a piedi,  percorrendo  sia la strada agro-silvo-pastorale che i sentieri, rispettando il divieto di assembramento e nel rispetto della distanza interpersonale.

Non sarà comunque possibile accedere con l’auto a via San Carlo Borromeo e Frazione Belvedere. L’accesso è consentito solo ai residenti.
Come già per l’apertura del parco di via Fatebenefratelli, di quello di via Castagnera e del pratone di Parè, si confida nel senso di responsabilità dei cittadini. In caso contrario l’Amministrazione comunale si vedrà costretta a vietare nuovamente l’accesso a San Tomaso.
VIETATO L’ACCESSO AI PARCHI GIOCO

Il DPCM 26.4.2020 all’art. 1, lett e) consente inoltre l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici, a condizione che venga rispettato rigorosamente il divieto di assembramento e venga rispettata la distanza di sicurezza interpersonale di un metro. Il decreto prevede però che le aree attrezzate per il gioco dei bambini (parchi gioco) siano chiuse.

Non si potrà pertanto accedere ai parchi gioco di Valmadrera in via Casnedi e in fraz. Sandionigi. Verranno invece  aperti al pubblico il parco di via Fatebenefratelli, quello di via Castagnera e il pratone di Parè, nel quale sarà recintata l’area con i giochi, non usufruibile. In considerazione della difficoltà di controllarne gli accessi e per evitare rischi di assembramento, con apposita ordinanza verrà invece chiuso il parco del Rio Torto.

Bisogna mantenere anche in questo caso comportamenti responsabili visto il permanere dei rischi di contagio, altrimenti anche queste aree verranno chiuse.
Nei giorni dal 5 all’8 maggio, in concomitanza con la chiusura dei parchi gioco, verrà effettuata l’attività di manutenzione e riparazione delle strutture e delle attrezzature presenti.