Lecco, 25 aprile 2020. Le scuole cattoliche e di ispirazione cristiana della zona di Lecco promuovono la petizione “Io ci sto”, perché il Governo supporti i genitori degli studenti delle scuole paritarie.

Con la petizione si richiede la detraibilità integrale delle rette pagate dalle famiglie per la frequenza scolastica e per i servizi educativi nelle scuole paritarie nel corso del 2020, l’istituzione di un fondo straordinario adeguatamente finanziato per l’erogazione di contributi aggiuntivi alle scuole paritarie per l’anno scolastico 2019/2020, a tutela dei propri dipendenti e del servizio svolto alle famiglie in aggiunta ai 500 milioni già insufficienti. Infine viene proposto l’azzeramento delle imposte (ires, irap) e i tributi locali nel 2020, per tutte le realtà educative e scolastiche no profit.

Le scuole paritarie, attraverso diverse Associazioni di rappresentanza (CdO, AGESC, CIOFS Scuola, CNOS scuola, FAES, FISM, FIDAE) avevano già fatto pervenire, a seguito del Decreto Cura Italia, proposte precise al governo con ben 7 emendamenti  al DL 18/2020 Cura Italia, che oltre ai punti ripresi anche nella lettera “io ci sto”, chiedevano in aggiunta l’accesso ai fondi previsti per le “Piattaforme didattiche a distanza” anche per le scuole paritarie.

L’iniziativa è supportata, nella nostra Provincia, dal Liceo Linguistico Europeo Parini di Barzanò, dal Collegio Arcivescovile Volta, dall’Istituto Maria Ausiliatrice, dalla Scola, dalla Kolbe e dal Leopardi di Lecco, da La Traccia di Missaglia, dal Campus Molinatto di Oggiono e dall’Istituto Cuore Immacolato di Maria di Valmadrera.