Bulciago, il 23 aprile 2020 – Lei si chiama Rosa Frontera ed è una delle tante insegnanti che hanno deciso di non lasciare soli i loro alunni, pur non potendosi vedere fisicamente. Tutti, tramite videolezioni, live oppure tramite video registrati, stanno cercando di accorciare la distanza tra classe e corpo insegnante, costretto a casa. Ma c’è chi, soprattutto con i più piccoli, ha ben presente come non siano solo lezioni e compiti a poter risollevare l’animo dei nostri bambini. Così Rosa Frontera, maestra di Bulciago, ICS di Costamasnaga, ha pensato di dare un compito speciale ai suoi alunni: fargli disegnare e colorare slogan contro il Coronavirus per poi riunirli in un video musicato che ha come ideale pubblico non tanto quello, generico, dei social o del web, ma dottori e infermieri di tutta Italia, a partire da quelli degli ospedali lecchesi.

Il video realizzato dai bambini della IV Ics di Bulciago della maestra Rosa Frontera

Una idea che ha entusiasmato i suoi alunni della IV ICS di Bulciago. E che ha prodotto il video che alleghiamo a questo articolo. Scrive Rosa Frontera: “In questo periodo di didattica a distanza e di isolamento sociale a causa del grave problema che stiamo vivendo, i miei alunni della classe quarta hanno rappresentato graficamente dei bellissimi disegni slogan per la realizzazione di un breve video, da inviare nelle diverse strutture ospedaliere che stanno lottando in prima linea contro il contagio del coronavirus, un modo se pur virtuale di far sentire la nostra vicinanza e dare sollievo a tutto il personale sanitario (operatori, infermieri, medici e volontari) ma soprattutto ai pazienti che stanno combattendo una dura battaglia. Sono messaggi di speranza che i bambini vorrebbero condividere con tutto il mondo”.