Lecco, 14 aprile 2020. Ai tempi del Covid le feste e il divertimento sono stati messi in soffitta per un po’, e ancora per un po’ vi rimarranno: il divieto di creare assembramenti – come sappiamo – ha infatti reso impensabile e di sicuro irresponsabile anche solo il pensiero di potersi riunire tutti quanti per le festività di Pasqua, ma anche per festeggiare un compleanno o un anniversario. Quello che il Covid sembra non poter fermare, invece e per fortuna, è la voglia di regalarsi reciprocamente un sorriso e di non rinunciare alle occasioni speciali, anche se ciò significa doverle ripensare rispetto a come le abbiamo sempre intese. Ed ecco che si sprigiona la fantasia.

E già, perché d’altronde i 17 anni si compiono una solo volta nella vita, e lo sapeva bene la famiglia di Alessandro, neo diciassettenne di Monte Marenzo. Così, per non rinunciare a sorprendere il ragazzo, i famigliari si sono inventati qualcosa di particolare: commissionare un striscione di auguri da appendere sotto casa di Alessandro.

I committenti sono stati i nonni e gli zii del giovane che, vivendo in altre abitazioni, non avrebbero potuto essere fisicamente presenti il giorno del compleanno di Alessandro e così hanno chiesto ai suoi genitori di realizzarlo per loro.

 

 

“Abbiamo agito di nascosto – spiega la mamma – Alla sera, quando Alessandro  andava dormire, io e suo papà abbiamo realizzato lo striscione e il giorno del compleanno, alle 6 di mattina, siamo sgattaiolati fuori casa per appenderlo in modo che lui potesse vederlo appena sveglio. Alessandro è rimasto davvero sorpreso e i nonni e gli zii si sono sentiti lì con lui”.

“Tanti auguri Ale” – si legge sullo striscione decorato con tanto di cuori e palloncini colorati. La festa è poi proseguita in giornata con videochiamata di famiglia e taglio della torta “virtuale”.

Magari quello di quest’anno, per Alessandro, non sarà il compleanno più movimentato di sempre, ma di certo resterà unico nel suo genere.