Lecco, 11 aprile 2020. Non sono completamente rassicuranti i dati  di oggi relativi alla diffusione del Coronavirus nella nostra regione. Sebbene il trend continui a migliorare rispetto alle scorse settimane, tuttavia i numeri della discesa non sono ancora stabili.

In Lombardia i positivi al Covid-19 salgono infatti oggi a 57.592, + 1.544 rispetto a ieri con quasi 10mila tamponi effettuati. Ieri i nuovi casi di positività erano stati 1.246 con  9.372 tamponi.

Sul fronte dei decessi, i numeri salgono oggi a 10511 con 273 nuovi casi mentre ieri c’era stata una crescita di 216. I ricoverati non in terapia intensiva sono 12.026 (+149). I ricoverati in terapia intensiva sono 1174 (-28). I dimessi aumentano oggi di 1150 unità. 

“Non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia, non dobbiamo pensare che il peggio sia passato perché i dati non sono stabili”, ha commentato l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera. “I dati ci dicono che non è finita, non rilassatevi, è vero che il trend è migliore di settimana scorsa ma non ci fa ancora stare tranquilli”.

Per quanto riguarda la Provincia di Lecco, oggi si è toccata quota 1860 positivi rispetto ai 1838 di ieri. 

L’assessore Giulio Gallera ha inoltre annunciato che “sta uscendo una linea guida che prevede che la quarantena duri fino al 3 maggio”. Chi è risultato positivo dovrà restare in quarantena fino al 3 maggio, anche se nel frattempo sono scaduti i 14 giorni prescritti: “Chi è a casa dal lavoro avrà un certificato dal medico di allungamento della quarantena fino al 3 maggio – ha spiegato Gallera – I 14 giorni servono per vedere se compaiono i sintomi, ma molte persone poi sono ancora positive, quindi a garanzia di tutti allunghiamo il periodo. L’idea, poi, è di fissarlo a 28 giorni in via definitiva”.